Insalate confezionate legate all'epidemia di E. coli in 6 stati

(HealthDay) – Controlla le tue insalate confezionate: più di una dozzina di persone sono state infettate da un ceppo di E. coli in sei stati degli Stati Uniti, riferiscono i funzionari sanitari.

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno emesso un avviso di sicurezza alimentare collegando l’epidemia a Simple Truth Organic Power Greens e Nature’s Basket Organic Power Greens. I verdi potrebbero essere contaminati da E. coli e potrebbero far ammalare le persone, ha affermato il CDC.

Le 13 persone note per essere infette includono quattro che sono state ricoverate in ospedale. Uno aveva un tipo di insufficienza renale chiamata sindrome emolitico uremica. Non sono stati segnalati decessi.

Le segnalazioni di malattie sono arrivate dallo stato di Washington, dall’Oregon, dalla California, dall’Alaska, dall’Ohio e dal Mississippi, anche se il numero reale di infezioni è probabilmente molto più alto e in altri stati, ha affermato il CDC in un comunicato stampa. Molte persone guariscono senza cure mediche e non vengono testate per E. coli.

Il CDC consiglia di non utilizzare i verdi con una data “da consumarsi preferibilmente entro” fino al 20 dicembre 2021. Sebbene scaduti, i prodotti potrebbero essere ancora nelle case delle persone. Gli investigatori stanno lavorando per determinare se altri prodotti potrebbero essere contaminati.

Controlla il tuo frigorifero, quindi butta via i prodotti sospetti. Pulisci il frigorifero e tutti i contenitori o le superfici che potrebbero aver toccato le insalate richiamate utilizzando i passaggi del CDC per la sanificazione degli spazi esposti a E. coli. Questi possono essere trovati qui: https://www.cdc.gov/foodsafety/communication/clean-refrigerator-steps.html.

Le persone di solito si ammalano di E. coli produttore della tossina Shiga (STEC) da due a otto giorni dopo aver ingerito il cibo contaminato. La media è di tre o quattro giorni.

I sintomi spesso includono forti crampi allo stomaco, vomito e diarrea, spesso con sangue. Alcune persone possono avere la febbre, che di solito è inferiore a 101 gradi F. Alcuni avranno insufficienza renale.

Parla con il tuo medico se ti senti male e scrivi cosa hai mangiato la settimana prima di ammalarti, consiglia il CDC.


Copyright © 2021 Giornata della Salute. Tutti i diritti riservati.

Articolo precedenteHai ‘COVID-somnia’? Questi suggerimenti per dormire potrebbero aiutare
Articolo successivoSecondo i dati preclinici, un potenziale test COVID-19 a casa è buono quanto i test PCR di laboratorio