popolazione

Credito: CC0 Dominio Pubblico

Nel tempo, il COVID-19 provoca un’esplosione di infezioni o è una convergenza? Se l’infezione è convergente, che tipo di convergenza si verificherà? Due ricercatori specializzati in economia hanno studiato le due ipotesi precedenti utilizzando dati pubblicamente disponibili in Giappone.

Come le ondate economiche di boom e bust, il numero di infezioni si espande e si contrae ripetutamente, ma il numero di casi COVID-19 è naturalmente diminuito di circa il -3% entro marzo 2021 in Giappone, gli ultimi dati utilizzati per lo studio. Il tasso di crescita del numero di persone infette in tutte le prefetture in Giappone con il maggior numero di persone infette è inizialmente aumentato e successivamente è diminuito. Concentrandosi sul tasso di crescita del numero di persone infette nel tempo, è stato osservato che il tasso di crescita è elevato nelle prime fasi dell’infezione quando il numero cumulativo di persone infette è piccolo e diminuisce gradualmente all’aumentare del numero cumulativo di persone infette. Rivedendo e riesaminando il comportamento sulla base di informazioni appropriate, possiamo controllare le infezioni e ottenere una convergenza più rapida. Non abbiamo altra scelta che convivere con il COVID-19, ma è possibile farlo attraverso la gestione del rischio.

Il professor Hiroaki Masuhara della Facoltà di economia e diritto dell’Università di Shinshu con il professor Kei Hosoya della Facoltà di economia dell’Università di Kogakuin ha utilizzato un modello matematico delle malattie infettive per dimostrare che il fenomeno della convergenza è universale e ha fornito prove con dati pubblicamente disponibili dal Giappone. Inizialmente, i ricercatori di paesi al di fuori dell’Asia hanno trovato difficili da credere i risultati dello studio perché la situazione COVID-19 in Giappone era relativamente mite rispetto ai paesi al di fuori dell’Asia.

Il professor Masuhara afferma di essersi sentito sollevato quando ha visto i segni di convergenza ed è stato in grado di confermarli con modelli e dati matematici. Il team ha notato per la prima volta i segni di convergenza intorno a settembre 2020, quando stavano esaminando i dati di giugno e agosto 2020. Questa ipotesi di convergenza delle infezioni è simile all’ipotesi di convergenza della teoria della crescita economica e potrebbe essere dimostrata in modelli matematici e potrebbe essere confermato con dati a lungo termine.

I ricercatori continueranno ad analizzare l’impatto di COVID-19 sulla regione attraverso i dati. L’aumento delle infezioni da COVID-19 ha portato a restrizioni comportamentali in Giappone e blocchi in altri paesi. Ciò non riguarda solo la salute pubblica, ma anche l’economia locale. In particolare, la moderazione comportamentale porterà a una diminuzione delle vendite nei settori della ristorazione e alberghiera, e inciderà anche sulla produzione. I ricercatori mirano a chiarire le misure da adottare in risposta a COVID-19 per ridurre al minimo l’impatto sull’economia supportato dai dati.


Fornito dalla Shinshu University

Articolo precedenteUn’assunzione eccessiva di zucchero semplice non influisce sulle funzioni cerebrali superiori?
Articolo successivoI bambini si confrontano con i loro coetanei, ma il modo in cui lo fanno varia a seconda delle culture