Home Notizie recenti Il tempo di gioco ha scarso effetto sulla salute mentale a breve...

Il tempo di gioco ha scarso effetto sulla salute mentale a breve termine: studio

18
0

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

L’impatto a breve termine sulla salute mentale dei videogiochi “è probabilmente troppo piccolo” per essere evidente, secondo un importante studio dell’Università di Oxford pubblicato mercoledì.

“Il nostro studio trova poche o nessuna prova di connessioni tra gameplay e benessere”, ha affermato Andrew K. Przybylski, ricercatore presso l’Oxford Internet Institute dell’università.

Lo studio ha intervistato 38.935 giocatori del mondo anglofono, chiedendo loro di valutare il loro benessere mentale e confrontandolo con la quantità di tempo che hanno trascorso giocando nelle due settimane precedenti.

“Molti hanno messo in guardia sulle possibili qualità di dipendenza dei videogiochi e sul loro potenziale danno al benessere dei giocatori, portando a decisioni politiche sanitarie di vasta portata e ampiamente contestate”, ha affermato lo studio, pubblicato dalla Royal Society.

In Cina, i bambini possono giocare solo per un’ora al giorno il venerdì, il sabato e la domenica.

“I nostri risultati mostrano che l’impatto del tempo trascorso a giocare ai videogiochi sul benessere è probabilmente troppo piccolo per essere soggettivamente evidente e non credibilmente diverso da zero”, ha affermato lo studio.

Gli editori di giochi tra cui Sony, Microsoft e Nintendo hanno fornito ai ricercatori il tempo trascorso a giocare da ciascun intervistato, con il loro consenso.

Ha seguito i giocatori di sette titoli – “Animal Crossing: New Horizons, “Apex, Legends”, “Eve Online”, “Forza Horizon 4”, “Gran Turismo Sport” e “The Crew 2” – per un periodo di sei settimane, partecipare a sondaggi a intervalli di due settimane.

Gli autori dello studio hanno affermato che era necessario più lavoro per identificare gli effetti causali su un periodo di tempo più lungo.

“Sebbene abbiamo studiato il gioco e il benessere di migliaia di persone in diversi giochi, il nostro studio ha a malapena scalfito la superficie del gioco dei videogiochi in modo più ampio”, hanno affermato.

“Le nostre conclusioni sulla natura causale delle associazioni osservate sono provvisorie.

“Sono necessari studi con una risoluzione di misurazione più elevata e un intervallo di tempo complessivo più lungo per rilevare potenziali effetti più transitori o più lenti”, hanno affermato gli autori.


© 2022 AFP

Articolo precedenteNew York chiede all’OMS di rinominare il vaiolo delle scimmie “stigmatizzante”.
Articolo successivoI prezzi dell’oro salgono sul dollaro più debole, la visione della politica della Fed USA in primo piano