Home Notizie recenti Il team di ricerca trova una nuova modalità d’azione a doppio vantaggio...

Il team di ricerca trova una nuova modalità d’azione a doppio vantaggio per un farmaco candidato per combattere il COVID-19

78
0
covid

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

Un gruppo di ricerca guidato dal Prof. Stephan Ludwig, virologo dell’Istituto di Virologia dell’Università di Münster, ha trovato una nuova modalità d’azione a doppio attacco mentre lavorava allo sviluppo di un farmaco candidato contro le infezioni da SARS-CoV-2. Ciò potrebbe costituire la base per un farmaco ampiamente efficace per combattere il COVID-19. I dati, che ora sono stati pubblicati sulla rivista Scienze della vita cellulare e molecolare, ha fornito la base per l’approvazione rilasciata dall’Istituto tedesco dei farmaci e dei medicinali per uno studio clinico attualmente in fase di elaborazione.

Il farmaco può non solo inibire la proliferazione dei virus SARS-CoV-2 nelle cellule, ma anche ridurre la risposta immunitaria esagerata che rappresenta un serio problema nei casi gravi di COVID. “Nei risultati che abbiamo pubblicato, siamo stati in grado per la prima volta di mostrare una tale duplice azione per un agente anti-COVID-19”, spiega Stephan Ludwig, che ha la responsabilità generale del lavoro di ricerca. Il team sta collaborando con i ricercatori delle Università di Würzburg e Tubinga, il Centro tedesco per i primati di Göttingen e la start-up “Atriva Therapeutics” fondata da scienziati delle Università di Münster, Tubinga e Gießen.

L’agente attivo in questione, chiamato Zapnometinib o ATR-002, originariamente in fase di sviluppo come farmaco anti-influenzale, era efficace in una varietà di modelli di colture cellulari, inclusa l’attività contro tutte le varianti testate di SARS-CoV-2, il che implica anche un’ampia applicabilità nell’affrontare eventuali varianti future. Sono attualmente in corso test sugli animali per confermare questi risultati. “I risultati positivi dello studio clinico ancora in corso sull’uomo potrebbero già portare all’approvazione di emergenza quest’anno per un nuovo farmaco COVID-19 ampiamente efficace. Il vantaggio è chiaro”, afferma Stephan Ludwig.


Articolo precedenteLa commozione cerebrale può essere monitorata attraverso campioni di urina?
Articolo successivoProtezione delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici dagli attacchi informatici