Home Notizie recenti Il ruolo della medicina comportamentale nell’affrontare le disuguaglianze sanitarie legate ai cambiamenti...

Il ruolo della medicina comportamentale nell’affrontare le disuguaglianze sanitarie legate ai cambiamenti climatici

8
0

Credito: CC0 Pubblico Dominio

Un articolo pubblicato in Medicina comportamentale traslazionale esplora il ruolo della medicina comportamentale nell’affrontare le disuguaglianze sanitarie legate ai cambiamenti climatici.

“Il razzismo strutturale ha portato a disuguaglianze sanitarie di lunga data per le comunità che sono state soggette a emarginazione. Il cambiamento climatico sta esacerbando queste disuguaglianze sanitarie di lunga data per le comunità in prima linea, che sono quelle comunità che sono state colpite per prime e peggio dai cambiamenti climatici”, ha affermato Kristi White, PHD , LP, ABPP, assistente professore e psicologo della salute clinica presso la University of Minnesota Medical School. “Noi come professionisti della medicina comportamentale abbiamo un ruolo importante da svolgere nell’affrontare le disuguaglianze sanitarie legate al clima nella nostra ricerca, nelle pratiche cliniche e in altre pratiche professionali”.

L’articolo evidenzia sei strategie con il maggiore potenziale per affrontare le disuguaglianze sanitarie legate al clima:

  • Adottare standard per la misurazione e la segnalazione della razza come costrutto sociopolitico in tutte le ricerche e pratiche di medicina comportamentale, comprese quelle dirette ad affrontare il cambiamento climatico.
  • Rendere operativo il concetto di razzismo strutturale in tutte le ricerche e pratiche di medicina comportamentale, comprese quelle dirette ad affrontare il cambiamento climatico.
  • Incorporare gli sforzi di giustizia ambientale nella ricerca e nelle pratiche di medicina comportamentale.
  • Centrare le voci delle comunità mirate all’emarginazione in tutte le ricerche e pratiche di medicina comportamentale, comprese quelle che affrontano il clima e la giustizia ambientale.
  • Dare priorità all’azione politica sul cambiamento climatico e sull’equità sanitaria.
  • Identificare strategie di comunicazione efficaci per promuovere l’azione sui cambiamenti climatici e sui problemi di equità sanitaria.

I ricercatori affermano che gli studi futuri dovrebbero mirare a smantellare il razzismo strutturale, incorporare gli sforzi per la giustizia ambientale e identificare strategie di comunicazione efficaci che promuovano l’azione sui cambiamenti climatici e l’equità sanitaria.


Articolo precedenteL’USDA si fa duro con la salmonella nei prodotti a base di pollo impanati
Articolo successivoMantenere il flusso costante dei refrigeranti nelle unità HVAC