Home Notizie recenti Il Regno Unito prepara piani di emergenza omicron per ospedali e scuole

Il Regno Unito prepara piani di emergenza omicron per ospedali e scuole

112
0
Il Regno Unito prepara piani di emergenza omicron per ospedali e scuole

Ghadeer Mahar fa una smorfia mentre le viene somministrata una vaccinazione in un centro di vaccinazione di richiamo COVID-19 presso il centro di vaccinazione di Hampden Park a Glasgow, in Scozia, mercoledì 29 dicembre 2021. Credito: Andrew Milligan/PA via AP

Il governo del Regno Unito ha elaborato piani di emergenza nel caso in cui ospedali, scuole e altri luoghi di lavoro siano colpiti da gravi carenze di personale a causa del picco record di infezioni da coronavirus nel paese.

I luoghi di lavoro del settore pubblico si stanno preparando per le assenze del personale che vanno dal 10% al 25% poiché il COVID-19 fa ammalare più persone o le costringe a isolarsi, ha affermato il Gabinetto.

La variante dell’omicron altamente trasmissibile ha fatto aumentare il numero di casi giornalieri della Gran Bretagna nel periodo di Natale e Capodanno, con un nuovo massimo giornaliero di 189.000 il 31 dicembre. Altre 137.583 infezioni e 73 decessi sono stati aggiunti per Inghilterra e Galles solo domenica, con i numeri per la Scozia e l’Irlanda del Nord saranno annunciati dopo il fine settimana festivo.

Circa 1 persona su 25 in Inghilterra, o circa 2 milioni di persone, ha avuto il COVID-19 nella settimana prima di Natale, secondo le stime dell’Ufficio di statistica nazionale. A Londra, la cifra era di 1 su 15.

Il ministro del Gabinetto Stephen Barclay ha detto che ci sono già state assenze “significative” e il governo si sta preparando per “ogni evenienza”.

“È importante che quei piani di emergenza vengano aggiornati e che adottiamo misure per mitigare tali impatti”, ha affermato Barclay.

I ministri hanno citato un maggiore sostegno per ulteriori test sui virus, una migliore ventilazione nelle scuole e nei luoghi di lavoro e la redazione di ex insegnanti o persino volontari per evitare che le assenze abbiano un grave impatto sulle scuole.

Il Regno Unito prepara piani di emergenza omicron per ospedali e scuole

La gente fa la fila, indossando maschere contro il coronavirus, fuori da un teatro per uno spettacolo di Les Miserables a Londra, martedì 28 dicembre 2021. Molti paesi europei hanno avviato ulteriori restrizioni sulle loro popolazioni man mano che il numero di casi COVID-19 correlati a Omicron aumenta , e mirano a contenere la diffusione del virus. In Inghilterra il governo ha detto che non ci saranno nuove restrizioni prima del nuovo anno. Credito: AP Photo/Alastair Grant

Le autorità decentrate in Scozia, Galles e Irlanda del Nord hanno imposto limiti agli eventi e alle riunioni sociali di fronte alla rapida diffusione dell’omicron. Ma il segretario alla salute Sajid Javid afferma che l’aggiunta di nuove restrizioni è “l’ultima risorsa” per l’Inghilterra, nonostante il tasso di infezione giornaliero in aumento. Barclay ha nuovamente sostenuto questa strategia domenica, sostenendo che la reintroduzione di restrizioni leggere a dicembre, quando l’omicron ha iniziato a prendere piede, ha portato a un “cambiamento significativo del comportamento” con le persone che riducono i loro contatti sociali.

Il pubblico era stato consigliato di mettersi alla prova prima di unirsi alle celebrazioni di Capodanno.

I leader del Servizio sanitario nazionale affermano che le assenze hanno già aggiunto alle pesanti pressioni sugli ospedali del Regno Unito, anche se il numero complessivo di persone in cura per COVID-19 rimane molto inferiore rispetto allo scorso inverno. L’amministratore delegato di NHS Providers, Chris Hopson, ha affermato che il personale ha lavorato “a tutto gas” e che i primi giorni del 2022 sarebbero stati “cruciali” per mostrare se sono necessarie ulteriori misure.

Il Regno Unito prepara piani di emergenza omicron per ospedali e scuole

Il primo ministro Boris Johnson visita un centro di vaccinazione contro il Covid presso la Rainbow Pharmacy nell’Open University Campus, Walton Hall, Milton Keynes, Buckinghamshire, mercoledì 29 dicembre 2021. Credito: Geoff Pugh/pool photo via AP

Gli studenti delle scuole secondarie in Inghilterra dovranno indossare maschere per il viso quando torneranno in classe dopo le vacanze di Natale. Il segretario all’Istruzione Nadhim Zahawi ha affermato che la mossa è un tentativo di “ridurre al minimo i disagi” e impedire che insegnanti e alunni siano costretti a rimanere a casa.

L’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito ha mantenuto il suo sostegno per il periodo di isolamento di sette giorni per coloro che hanno contratto il virus e sono completamente vaccinati. Ma Paul Hunter, professore di protezione della salute presso l’Università dell’East Anglia, ha detto a ITV che il requisito dovrebbe essere ridotto a cinque giorni poiché gli studi avevano dimostrato che le persone erano “molto improbabili” da essere infettive dopo questo punto.

Il numero di pazienti COVID-19 che richiedono cure ospedaliere in tutta la Gran Bretagna è aumentato molto più lentamente rispetto alle nuove infezioni, ma nell’ultima settimana ha raggiunto il livello più alto dal febbraio 2021.

  • Il Regno Unito prepara piani di emergenza omicron per ospedali e scuole

    Le persone, alcune delle quali indossano maschere, si radunano sulla riva sud del Tamigi per celebrare il capodanno, a Londra, venerdì 31 dicembre 2021. In Gran Bretagna, dove la variante altamente contagiosa del coronavirus ha fatto salire i casi a livelli record, Il segretario alla salute Sajid Javid ha dichiarato lunedì che non saranno introdotte ulteriori restrizioni in Inghilterra prima del nuovo anno. Credito: AP Photo/Alberto Pezzali

  • Il Regno Unito prepara piani di emergenza omicron per ospedali e scuole

    Un cartello che indica che i test del coronavirus a flusso laterale sono esauriti viene visualizzato in una vetrina di una farmacia a Londra, giovedì 30 dicembre 2021. I funzionari hanno avvertito i festaioli in Scozia e Galles di pensarci due volte prima di recarsi in Inghilterra per suonare nel nuovo anno, evidenziando come le quattro parti del Regno Unito stessero nuovamente adottando approcci completamente diversi alle restrizioni sul coronavirus tra infezioni record e ricoveri in aumento. Il primo ministro Boris Johnson ha resistito all’inasprimento delle restrizioni in Inghilterra nonostante la rapida diffusione della variante dell’omicron altamente trasmissibile. Credito: Dominic Lipinski/PA via AP

  • Il Regno Unito prepara piani di emergenza omicron per ospedali e scuole

    Il segretario alla salute britannico Sajid Javid mentre lascia 10 Downing Street a Londra, mercoledì 15 dicembre 2021. I legislatori britannici hanno votato per approvare nuove restrizioni per frenare la diffusione della variante del coronavirus omicron. La Camera dei Comuni ha approvato misure che ordinano l’uso di maschere al chiuso in Inghilterra e richiedono la prova della vaccinazione o un test negativo per entrare nei locali notturni e nei grandi eventi affollati. Credito: AP Photo/Kirsty Wigglesworth

  • Il Regno Unito prepara piani di emergenza omicron per ospedali e scuole

    Il primo ministro britannico Boris Johnson durante una visita a un centro di vaccinazione contro il Covid presso la Rainbow Pharmacy nell’Open University Campus, Walton Hall, Milton Keynes, Inghilterra, mercoledì 29 dicembre 2021. Credito: Geoff Pugh/Pool Photo via AP

La spinta del governo per fornire booster COVID-19 ha ora visto oltre il 50% della popolazione ricevere una terza dose.

Complessivamente, il Regno Unito ha riportato oltre 13,1 milioni di infezioni e oltre 149.000 decessi legati al COVID-19, il secondo bilancio delle vittime più alto in Europa dietro alla Russia.


© 2022 L’Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteI topi di Jake: alla ricerca di risposte all’enigma dell’autismo
Articolo successivoFauci cita un aumento quasi “verticale” del COVID, ma vede la speranza