Home Notizie recenti Il nostro posto nella società influenza il modo in cui rispondiamo al...

Il nostro posto nella società influenza il modo in cui rispondiamo al protocollo COVID-19?

61
0
Il nostro posto nella società influenza il modo in cui rispondiamo al protocollo COVID-19?

Studenti dell’Università dell’Illinois Urbana-Champaign che praticano il distanziamento sociale nel 2020. Credito: Fred Zwicky

Il professore di ingegneria elettrica e informatica dell’Università dell’Illinois Urbana-Champaign, Lav Varshney, è coautore di un nuovo studio che esplora come il capitale sociale influenzi le scelte relative alla conformità alla mitigazione del COVID-19. L’editore di scienze fisiche dell’Illinois News Bureau, Lois Yoksoulian, ha parlato con Varshney delle lezioni apprese da questo studio e di come possono aiutare in altre crisi di salute pubblica.

Cos’è il capitale sociale?

Il capitale sociale misura quanto siamo ben collegati alle nostre famiglie, comunità, luoghi di lavoro e gruppi religiosi. È una forma di capitale che produce beni pubblici per uno scopo comune. Il capitale sociale è determinato utilizzando fattori demografici come l’unità familiare, l’interazione familiare, il supporto sociale, la salute della comunità, la salute istituzionale e la filantropia.

Qual è il rapporto tra capitale sociale e salute pubblica, e COVID-19 in particolare?

Studi precedenti mettono in correlazione il capitale sociale con mortalità, obesità, diabete e malattie sessualmente trasmissibili, ma la relazione tra capitale sociale e malattie infettive come il COVID-19 non è altrettanto ben compresa. Abbiamo scoperto che all’inizio della pandemia di COVID-19, alti livelli di capitale sociale erano associati a una diffusione più lenta del virus, ma non era chiaro quali aspetti specifici del capitale sociale fossero correlati ai comportamenti di salute pubblica.

Come hai determinato gli aspetti del capitale sociale che sono più influenti sul comportamento della salute pubblica durante la pandemia di COVID-19?

Abbiamo esaminato i dati del Social Capital Project per i quattro aspetti del capitale sociale che variano di più in tutto il paese. Questi aspetti sono l’unità familiare; salute della comunità, che misura quanto una popolazione è coinvolta in attività come il volontariato e le attività religiose; salute istituzionale, che riflette il livello di partecipazione di una comunità alle elezioni e ai censimenti, e la sua fiducia in istituzioni come i media, le aziende e le scuole; ed efficacia collettiva, che quantifica la volontà di un territorio di lavorare per migliorare la propria comunità.

Abbiamo quindi confrontato i dati sul capitale sociale con i tassi di vaccinazione, l’esitazione alla vaccinazione, l’uso e la mobilità delle maschere, o la frequenza e la distanza con cui le persone si spostavano di giorno in giorno all’interno di aree ricreative e residenziali.

Quali sono alcuni dei risultati chiave di questo studio?

Abbiamo scoperto che la vaccinazione si correla bene con la salute istituzionale, il che significa che i luoghi con un alto livello di salute istituzionale hanno un alto tasso di vaccinazione e le aree con un basso livello di salute istituzionale hanno una maggiore esitazione alla vaccinazione. Inoltre, l’adesione al mascheramento e la mobilità sono basse nelle aree in cui mancano attività religiose e partecipazione di volontariato. Inoltre, abbiamo scoperto che la mobilità in luoghi residenziali, come visitare gli amici o la famiglia a casa, si correla bene con l’unità familiare.

Abbiamo scoperto che la misura complessiva del capitale sociale di una popolazione, alta o bassa, ha l’impatto maggiore su due comportamenti di salute pubblica: tasso di vaccinazione e mobilità residenziale.

In che modo le lezioni apprese in questo studio potrebbero aiutare durante la prossima pandemia?

Dato che alcune località sono meglio abbinate a particolari comportamenti di salute pubblica dal punto di vista del capitale sociale, i responsabili politici potrebbero voler enfatizzare e incoraggiare comportamenti ben abbinati.

Alcuni comportamenti di salute pubblica che mitigano la diffusione della pandemia, come il mascheramento e il distanziamento fisico o la scarsa mobilità, possono anche creare una crisi di solitudine e altre sfide di salute mentale che indeboliscono i legami sociali nelle famiglie e nelle comunità. In preparazione alle future crisi di salute pubblica, sarà utile rafforzare il capitale sociale, magari attraverso una maggiore interazione e socializzazione online.

La ricerca è stata pubblicata su PLOS UNO.


Articolo precedenteLa finestra per accedere all’aborto legale potrebbe chiudersi prima che molte donne sappiano di essere incinte
Articolo successivoGli adolescenti che non dormono abbastanza possono consumare 4,5 libbre di zucchero in più durante un anno scolastico