Home Notizie recenti Il digiuno intermittente protegge i reni dei topi obesi

Il digiuno intermittente protegge i reni dei topi obesi

17
0

Credito: Unsplash/CC0 di dominio pubblico

Una nuova ricerca su un modello murino di obesità indotta dalla dieta rileva che l’alimentazione a tempo limitato migliora i marcatori della salute dei reni e dei vasi sanguigni. La ricerca sarà presentata questa settimana alla conferenza dell’American Physiological Society (APS) e dell’American Society for Nephrology Control of Renal Function in Health and Disease a Charlottesville, in Virginia.

Un gruppo di ricerca con sede presso l’Università dell’Alabama a Birmingham ha nutrito i topi con una dieta ricca di grassi o normale. Dopo che i topi hanno sviluppato l’obesità, i ricercatori hanno diviso gli animali con dieta ricca di grassi in due gruppi. La metà ha mantenuto l’accesso continuo al cibo mentre l’altra metà ha avuto accesso limitato alle 12 ore in cui era più attiva, dalle 19:00 alle 7:00

I topi a tempo limitato hanno mostrato una serie di miglioramenti alla loro salute dei reni rispetto agli altri topi con dieta ricca di grassi. Hanno espulso meno di un marcatore chiave di danno renale. Hanno mostrato meno danni a due diverse parti del tessuto e danni invertiti nello spazio tra le cellule. I piccoli vasi sanguigni nei loro reni presentavano aumenti del coenzima metabolico, NAD+, e l’attivazione dell’enzima metabolico chiave, AMPK, era simile a quella dei topi a dieta normale.

“Questi dati indicano che la limitazione dei tempi di assunzione di grassi elevati riduce il danno renale e aumenta il metabolismo vascolare renale, forse associato a una maggiore attivazione dell’AMPK, durante l’obesità indotta dalla dieta”, hanno concluso i ricercatori.


Articolo precedenteGli integratori di vitamina D possono compensare la perdita ossea causata dal farmaco per il diabete
Articolo successivoLa fibra prebiotica comune attenua i danni della dieta ricca di sale nei ratti