Home Notizie recenti I timori per la poliomielite aumentano a New York tra la possibile...

I timori per la poliomielite aumentano a New York tra la possibile diffusione della comunità

10
0

Questa illustrazione del 2014 resa disponibile dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie raffigura una particella di virus della poliomielite. Giovedì 21 luglio 2022, i funzionari sanitari di New York hanno segnalato un caso di poliomielite, il primo negli Stati Uniti in quasi un decennio. Credito: Sarah Poser, Meredith Boyter Newlove/CDC tramite AP

I funzionari sanitari dello stato di New York giovedì hanno emesso un appello più urgente affinché i bambini e gli adulti non vaccinati vengano vaccinati contro la poliomielite, citando nuove prove di una possibile “diffusione nella comunità” del pericoloso virus.

Il virus della poliomielite è stato ora trovato in sette diversi campioni di acque reflue in due contee adiacenti a nord di New York City, hanno affermato i funzionari sanitari.

Finora, solo una persona è risultata positiva alla poliomielite: un adulto non vaccinato nella contea di Rockland che ha sofferto di paralisi.

Ma sulla base di precedenti focolai di poliomielite, “i newyorkesi dovrebbero sapere che per ogni caso di poliomielite paralitica osservato, potrebbero esserci centinaia di altre persone infette”, ha affermato in una dichiarazione il commissario sanitario statale, la dott.ssa Mary T. Bassett.

“Insieme alle ultime scoperte sulle acque reflue, il Dipartimento sta trattando il singolo caso di poliomielite solo come la punta dell’iceberg con una diffusione potenziale molto maggiore”, ha affermato. “Man mano che impariamo di più, quello che sappiamo è chiaro: il pericolo della poliomielite è presente a New York oggi. Dobbiamo affrontare questo momento assicurandoci che gli adulti, comprese le persone in gravidanza, e i bambini piccoli di 2 mesi di età siano aggiornati con la loro immunizzazione: la protezione sicura contro questo virus debilitante di cui ogni newyorkese ha bisogno”.

Il paziente con la poliomielite nella contea di Rockland è la prima persona nota ad essere stata infettata dal virus negli Stati Uniti in quasi un decennio. Anche i campioni di acque reflue raccolti a giugno e luglio nell’adiacente Orange County contenevano il virus.

I timori per la poliomielite aumentano a New York tra la possibile diffusione della comunità

Genitori e figli aspettano fuori dalla Riverside Public School di Elmira, NY, il 1 luglio 1953, per ricevere il vaccino contro la poliomielite, a causa dell’aumento della paralisi infantile nelle contee di Chemung e Steuben. I Centers for Disease Control and Prevention hanno affermato che il virus della poliomielite è stato rilevato in campioni di acque reflue raccolti nel giugno 2022 dalla contea di Rockland fuori New York City. Un adulto non vaccinato ha recentemente contratto la malattia pericolosa per la vita, ma i funzionari sanitari hanno dichiarato martedì 2 agosto 2022 di non aver identificato ulteriori casi. Credito: AP Photo/Paul E. Thomson, file

La poliomielite, una volta una delle malattie più temute della nazione, è stata dichiarata eliminata negli Stati Uniti nel 1979, più di due decenni dopo la disponibilità dei vaccini.

La maggior parte delle persone infette dalla poliomielite non presenta sintomi, ma può comunque diffondere il virus e trasmetterlo ad altri per giorni o settimane. Una piccola percentuale di persone che contraggono la malattia soffre di paralisi. La malattia è fatale per il 5-10% delle persone paralizzate.

Tutti i bambini delle scuole di New York devono avere un vaccino contro la poliomielite, ma l’applicazione delle regole di vaccinazione in alcune aree può essere permissiva. Le contee di Rockland e Orange sono entrambe conosciute come centri di resistenza ai vaccini. In tutto lo stato, circa il 79% delle persone ha completato la serie di vaccinazioni antipolio all’età di due anni. In Orange County, quel tasso è del 59%. A Rockland è del 60%.

I campioni di acque reflue di Orange County sono stati inizialmente raccolti da impianti di trattamento delle acque reflue municipali per i test COVID-19.

“È preoccupante che la poliomielite, una malattia che è stata ampiamente eradicata attraverso la vaccinazione, stia ora circolando nella nostra comunità, soprattutto visti i bassi tassi di vaccinazione per questa malattia debilitante in alcune aree della nostra contea”, ha affermato Irina Gelman, commissaria per la salute della contea di Orange disse. “Esorto tutti i residenti della contea di Orange non vaccinati a vaccinarsi non appena possibile dal punto di vista medico”.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteL’Italia svela un pacchetto di aiuti da 17 miliardi di euro per combattere inflazione e siccità
Articolo successivoLa Spagna guida l’Europa nel vaiolo delle scimmie, fatica a controllare la diffusione