Home Notizie recenti I segnali di pericolo possono essere rilevati prima attraverso screening universali per...

I segnali di pericolo possono essere rilevati prima attraverso screening universali per la salute mentale degli studenti

30
0

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

Ogni volta che si verifica un massacro in una scuola statunitense, come quella della Robb Elementary School di Uvalde, in Texas, spesso seguono discussioni sul fatto che i funzionari della scuola possano aver mancato qualche “bandiera rossa”.

In qualità di ricercatore specializzato nel sostegno alla salute mentale degli studenti, credo che queste discussioni stiano trascurando questioni importanti. Per prevenire la violenza nelle scuole, la discussione deve cambiare. Piuttosto che ciò che le scuole hanno perso, l’accento dovrebbe essere posto su come le scuole possono essere più proattive nell’identificare gli studenti con bisogni di salute mentale prima che mostrino segni di angoscia.

Idealmente, le scuole dovrebbero essere l’unico ambiente in cui tutti i giovani hanno un accesso coerente agli adulti che si prendono cura di loro. Un tipico insegnante di scuola elementare trascorrerà più di 1.000 ore con gli studenti per anno scolastico e quindi si troverà in una posizione ideale per riconoscere i cambiamenti comportamentali ed emotivi negli studenti.

Tuttavia, gli insegnanti raramente ricevono una formazione sulla salute mentale e comportamentale, il che li rende più propensi a concentrarsi sui comportamenti degli studenti che interrompono l’istruzione, come l’aggressività e il parlare a sproposito. Non sorprende che mandare i bambini in ufficio, noto nel campo come un riferimento per la disciplina dell’ufficio, continui a essere un meccanismo primario per identificare gli studenti che necessitano di supporto per la salute emotiva, comportamentale e mentale.

Sfide per essere più proattivi

Sempre più spesso, le scuole hanno adottato un quadro noto come Interventi e Supporti Comportamentali Positivi, un sistema proattivo inteso a insegnare le abilità sociali essenziali e prevenire problemi comportamentali successivi. Il sistema ha lo scopo di creare un ambiente scolastico positivo attraverso il supporto a livello scolastico, di classe e individuale. Ciò include la definizione delle aspettative comportamentali in tutta la scuola e l’aiuto agli insegnanti nella gestione della classe. Piuttosto che essere puniti per comportamenti scorretti, gli studenti vengono riconosciuti per comportamenti positivi.

Tuttavia, anche nelle scuole che utilizzano interventi e supporti comportamentali positivi, viene ancora utilizzato l’approccio reattivo dell’utilizzo dei dati sulla frequenza con cui i bambini vengono mandati in ufficio.

Un approccio problematico

Perché i rinvii disciplinari sono un problema? Considera un tipico processo di riferimento. La ricerca ha costantemente dimostrato che gli studenti maschi ispanici e afroamericani vengono mandati in ufficio a un ritmo sproporzionato. I comportamenti che disturbano l’istruzione, come parlare a sproposito, hanno maggiori probabilità di portare a rinvii, mentre gli studenti con preoccupazioni più tranquille e interne, come ansia o stress, sono spesso trascurati. I referral disciplinari sono inaffidabili e raramente forniscono informazioni su come le scuole possono aiutare gli studenti.

Molti piani di sicurezza scolastica si sono concentrati su misure di sicurezza fisica, come metal detector e agenti armati delle risorse scolastiche. Tuttavia, un piano di sicurezza completo ed efficace include la sicurezza fisica e psicologica.

Dal 2012, ho ricercato strumenti di screening universali come un modo per identificare in modo proattivo gli studenti che necessitano di supporto emotivo o mentale. Uno strumento di screening universale è una breve valutazione che di solito richiede meno di due minuti per essere completata e misura i primi indicatori dei bisogni sociali, comportamentali ed emotivi. Ad esempio, una valutazione potrebbe chiedere agli insegnanti con quale frequenza uno studente si impegna in comportamenti litigiosi e impulsivi o è triste. Agli studenti vengono poste domande uguali o simili su se stessi. Un insegnante può completare uno strumento di screening su ogni studente in classe in meno di 30 minuti per l’intera classe.

Questi strumenti non sono diagnostici, ma mostrano piuttosto aree generali in cui uno studente può trarre vantaggio dall’aiuto, come le capacità di affrontare le emozioni e la gestione della rabbia.

Individuazione precoce

La ricerca condotta dai miei colleghi e da me nell’ultimo decennio ha costantemente rilevato che gli strumenti di screening rilevano accuratamente gli studenti che necessitano di ulteriore supporto a scuola. Le prove dimostrano che funzionano su un’ampia fascia di età e aiutano a determinare quale tipo di intervento è necessario.

La ricerca ha scoperto che questi strumenti di screening mostrano che gli studenti che si dichiarano a rischio hanno probabilmente voti scarsi e punteggi più bassi nei test in tutto lo stato.

Il mio collega Stephen Kilgus, professore associato di psicologia scolastica, e io abbiamo sviluppato la scala del rischio comportamentale sociale, accademico ed emotivo, nota anche come SAEBRS, che è stata utilizzata nei distretti scolastici rurali, suburbani e urbani degli Stati Uniti.

Uso crescente

Quasi un quarto delle scuole americane ora utilizza un qualche tipo di strumento sistematico per valutare la salute mentale ed emotiva degli studenti. Questo è in aumento rispetto a circa il 13% nel 2014.

Eppure la maggior parte delle scuole non utilizza questo tipo di strumenti proattivi. Gli amministratori citano i costi, il tempo e la mancanza di professionisti della salute mentale nelle scuole come ostacoli all’utilizzo degli strumenti di screening.

Nonostante i costi di tempo e denaro, questi strumenti di screening possono ripagare a lungo termine. In definitiva, gli strumenti di screening collegati ai sistemi di prevenzione possono ridurre fino al 50% le problematiche comportamentali significative e fino al 22% le sospensioni. Ciò si traduce in un notevole risparmio di tempo e costi.

Per iniziare, i piani di screening dovrebbero includere chi completa lo strumento di screening. Avere sia il punto di vista dell’insegnante che quello degli studenti è essenziale.

Una nuova ricerca ha dimostrato il vantaggio di più valutatori. Studenti piccoli come i bambini della scuola materna possono utilizzare gli strumenti per segnalare i bisogni di salute mentale quando gli strumenti, che dispongono di un linguaggio adatto ai bambini.

Nel sostenere un certo numero di scuole locali, abbiamo riscontrato che gli insegnanti hanno segnalato che il 40% degli studenti ha bisogno di supporto, mentre il 70% degli studenti ha dichiarato di aver bisogno di supporto. La voce degli studenti è una componente fondamentale nella comunicazione dei bisogni di salute mentale.

Nel dicembre 2021, il chirurgo generale degli Stati Uniti Vivek Murthy ha riferito che la pandemia ha peggiorato la crisi di salute mentale dei giovani della nazione.

Mentre la nostra società continua a confrontarsi con le sparatorie di massa nelle scuole, le scuole devono svolgere un ruolo fondamentale nella prevenzione di tragedie future. Una prevenzione efficace richiede una valutazione proattiva. Le proiezioni universali si sono dimostrate efficaci nel promuovere il benessere degli studenti. La domanda è se le scuole li useranno.


Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con licenza Creative Commons. Leggi l’articolo originale.La conversazione

Articolo precedenteI farmaci immunomodulatori hanno migliorato la sopravvivenza delle persone ricoverate in ospedale con COVID-19
Articolo successivoTrasformazione multisettoriale e globale necessaria per garantire che le società che invecchiano in tutto il mondo siano pronte a prosperare entro il 2050