Home Notizie recenti I paesi dell’UE prolungano i certificati COVID-19 tra i casi in aumento

I paesi dell’UE prolungano i certificati COVID-19 tra i casi in aumento

11
0

Credito: CC0 Pubblico Dominio

I paesi dell’Unione Europea hanno approvato martedì l’estensione dell’uso dei certificati COVID-19 di un anno fino alla fine di giugno 2023, poiché i casi del virus mortale ricominciano a crescere prima della stagione delle vacanze estive.

Destinati a facilitare i viaggi attraverso il blocco di 27 nazioni durante la pandemia, i certificati sono entrati in vigore nel luglio dello scorso anno e sono stati uno strumento di successo per aiutare i cittadini dell’UE a spostarsi nella regione in tempi di coronavirus senza restrizioni come le quarantene. I paesi dell’UE hanno emesso quasi 2 miliardi di certificati.

Il documento attesta che una persona è stata vaccinata contro il coronavirus o che ha un recente risultato negativo al test o si è ripresa dall’infezione.

Il Consiglio europeo ha affermato che il regolamento può essere revocato prima. Ma dopo che la maggior parte dei paesi dell’UE ha rimosso le restrizioni sul coronavirus negli ultimi mesi alla luce del miglioramento della situazione sanitaria, un recente aumento delle infezioni alimentato da nuove varianti sta portando i governi a ripensare le proprie strategie.

In Francia, ad esempio, il ministro della Salute Brigitte Bourguignon ha raccomandato questa settimana che le persone indossino nuovamente le mascherine nelle aree affollate e sui mezzi pubblici.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteBoot camp per il sistema immunitario: come le cellule immunitarie imparano a distinguere l’amico dal nemico
Articolo successivoIl governo dello Sri Lanka consente alle aziende di importare carburante mentre la crisi peggiora