Home Notizie recenti I modelli di acquisto di alcolici delle famiglie britanniche sono cambiati durante...

I modelli di acquisto di alcolici delle famiglie britanniche sono cambiati durante i blocchi COVID-19

37
0
I modelli di acquisto di alcolici delle famiglie britanniche sono cambiati durante i blocchi COVID-19

Persone che bevono. Credito: Yutacar, Unsplash, CC0 (creativecommons.org/publicdomain/zero/1.0/)

Un nuovo studio sulle famiglie britanniche rileva che, mentre gli acquisti complessivi di alcolici non sono cambiati dopo l’inizio delle misure di blocco del COVID-19 nel 2020, gli acquisti sono aumentati per le famiglie in aree socialmente svantaggiate e per le famiglie che normalmente acquistano più alcol. Peter Anderson dell’Università di Newcastle, in Inghilterra, e colleghi presentano questi risultati nella rivista ad accesso aperto PLO UNO il 19 gennaio 2022.

I dati sulle vendite precedentemente riportati suggeriscono che gli acquisti di alcolici in Gran Bretagna non sono aumentati dopo l’attuazione dei blocchi COVID-19 nel marzo 2020. Tuttavia, i sondaggi sui residenti britannici hanno suggerito un aumento dei problemi legati all’alcol e i dati sulla mortalità hanno mostrato un aumento del consumo di alcol. morti correlate.

Per risolvere questi dati contrastanti, Anderson e colleghi hanno esaminato i dati sugli acquisti di alcol per 79.417 famiglie britanniche dal 2015 al 2020, per un totale di circa 5 milioni di acquisti di alcolici. Hanno condotto analisi statistiche per esplorare come i cambiamenti nei modelli di acquisto potrebbero essere correlati a fattori socio-demografici ed economici.

I ricercatori hanno scoperto che, dopo l’attuazione del blocco e la chiusura temporanea di pub e altre attività commerciali con consumo di alcol in loco, le famiglie britanniche hanno acquistato il 29% in più di alcol dai negozi di alimentari e da altri esercizi non commerciali per il resto del 2020 rispetto alla media per il 2015-2019. Tuttavia, una volta che i ricercatori hanno tenuto conto della quantità stimata di alcol che sarebbe stata acquistata nei pub e in esercizi simili se non avessero chiuso, gli acquisti complessivi non sono effettivamente aumentati.

Tuttavia, il quinto più alto delle famiglie che normalmente acquistano più alcol ha aumentato i propri acquisti 17 volte di più rispetto al quinto più basso. Anche le famiglie in località socialmente svantaggiate hanno incrementato i loro acquisti. Le famiglie nel nord dell’Inghilterra hanno aumentato i loro acquisti più che in qualsiasi altra parte della Gran Bretagna, molto probabilmente perché la regione contiene famiglie più svantaggiate e famiglie con acquisti più pesanti.

Sulla base di questi risultati, gli autori osservano che le politiche e i trattamenti per affrontare e ridurre il consumo elevato di alcol sono particolarmente importanti durante i periodi di crisi, come la pandemia di COVID-19 e i blocchi associati.

Gli autori aggiungono: “I blocchi e le restrizioni COVID-19 hanno compromesso la salute mentale di molte persone con aumento della depressione e dell’ansia e il consumo eccessivo di alcolici non ha fatto eccezione, con il quinto più alto dei forti bevitori che acquista 17 volte più alcol rispetto al quinto più basso. I nostri risultati indicano che la politica sull’alcol per ridurre il consumo elevato di alcol e la disponibilità di aiuto e cure per ridurre il consumo di alcol, diventi molto più importante durante periodi straordinari come i blocchi di COVID”.


Articolo precedenteI tassi di miopia nel Regno Unito sono aumentati in modo significativo nel tempo
Articolo successivoGM espande il mercato delle celle a combustibile a idrogeno oltre i veicoli