Home Notizie recenti I medici vogliono che l’ora legale venga abolita. Ecco perché e...

I medici vogliono che l’ora legale venga abolita. Ecco perché e cosa puoi fare al riguardo

47
0

Credito: CC0 Pubblico Dominio

Per anni, l’American Academy of Sleep Medicine, esperta di tutto ciò che riguarda il sonno, ha chiesto l’abolizione dell’ora legale.

Nei giorni precedenti il ​​cambio di orario di questo fine settimana, la loro causa è stata dibattuta in un’altra udienza del Congresso.

Ma per ora, siamo bloccati con, beh, Cranky Monday.

“Fondamentalmente, quello che accadrà lunedì mattina è che avrai il jet lag senza viaggiare”, ha affermato il dottor Abid Bhat, direttore medico dell’University Health Sleep Center, ex Truman Medical Centers.

Spostiamo i nostri orologi avanti di un’ora alle 2 di domenica. Gli esperti medici si oppongono a questo yo-yoing di balzare avanti e ricadere perché incasina la nostra salute in modi dimostrativi. L’accademia di medicina del sonno afferma che la ricerca supporta l’orario standard tutto l’anno.

L’American Heart Association ha emesso il suo promemoria annuale che gli incidenti di malattie cardiache e ictus aumentano all’ora legale, uno “shock dell’orologio” biologico finora inspiegabile.

E spero che tu non debba essere davanti alla corte federale lunedì. Uno studio ha rilevato che i giudici emettono sentenze più lunghe in quel giorno rispetto ad altri giorni: l’Association for Psychological Science ha dichiarato che “i punitori assonnati sono punitori duri”.

Alcuni esperti suggeriscono persino di non programmare nulla di importante la prossima settimana perché rimarrai fuori gioco fino a quando non tornerai al tuo normale schema di sonno.

Cambiare l’orologio cambia la produzione di ormoni da parte del nostro corpo, inclusa la melatonina, l’ormone notturno che influenza il sonno; cortisolo, l’ormone dello stress; e la serotonina, l’ormone del “benessere” che aiuta a tenere a bada la depressione e l’ansia. Il che spiega l’irritabilità.

“Per semplificare, il nostro corpo è allineato con il mondo esterno attraverso un orologio biologico. Quindi c’è una sincronia”, ha detto Bhat. “E quando lo cambi c’è un disallineamento.”

E ora, a causa della pandemia, c’è un nuovo gruppo di persone che soffre di una serie di problemi di sonno.

“È incredibile quante persone vediamo nella clinica del sonno che hanno avuto il COVID”, ha detto Bhat.

Coprono lo spettro, dalle persone che avevano sintomi lievi a coloro che sono stati ricoverati in ospedale. Hanno iniziato a entrare nel centro del sonno l’anno scorso, ha detto Bhat, una parata di persone esauste, alcune in lacrime perché i loro nuovi problemi di sonno hanno intralciato la vita quotidiana.

“Sono molto assonnati, stanchi, esausti, senza energia, quella che a volte chiamiamo sindrome da stanchezza post-COVID”, ha detto Bhat. “Estrema letargia: la nebbia del cervello è un termine comune usato dalle persone. Ho fatto dire a una giovane mamma: ‘Non posso prendermi cura dei miei bambini.'”

Bhat e i suoi colleghi vedono ipersonnia, o sonno eccessivo, tra i pazienti COVID. Uno ha riferito di aver dormito per 20 ore. Il rovescio della medaglia: le persone che non riescono ad addormentarsi affatto.

Una paziente ha detto di non aver mai avuto problemi di sonno prima di avere il COVID. Ora, non riesce ad addormentarsi la notte. “Era in lacrime”, ha detto Bhat. “Ha provato tutti i farmaci. Le sono stati prescritti dei sonniferi. Niente funziona.”

Hanno anche visto pazienti COVID con sindrome delle gambe senza riposo, “dove le persone hanno questo bisogno di muovere le gambe quando cercano di dormire”, ha detto Bhat. Può essere molto frustrante per la persona e per il compagno di letto.

“È interessante notare che alcuni di questi pazienti stanno (iniziano a sentirsi) meglio. E questa è una di quelle rare speranze che a volte possa andare via da sola”.

Per chiunque voglia dormire bene la notte, Bhat dice: Attieniti alle basi.

“Un grosso errore che vedo tra le persone che non riescono ad addormentarsi o rimanere addormentati è quello di spingersi più forte per dormire”, ha detto. “Devi consolidare il tuo tempo a letto.”

Ciò significa che non restare sveglio a letto per ore. Se non riesci ad andare a dormire, non restare a letto. Alzati e fai qualcosa di rilassante che potrebbe farti venire sonno, come leggere o ascoltare musica.

Chiede ai pazienti del centro del sonno a che ora vanno a letto e si svegliano. La coerenza è fondamentale, affermano gli esperti del sonno. Bhat va a letto verso le 22 o le 22:30 ogni sera e dorme dalle sette alle sette ore e mezza.

È particolarmente importante nei prossimi giorni cercare di andare a letto e svegliarsi alla stessa ora ogni giorno, anche, per quanto sia difficile da sentire, nei fine settimana. Bhat dice con coerenza che dovresti essere in grado di riportare il tuo corpo a un programma di sonno regolare in cinque o sette notti.

“Dedichiamo tempo per dormire”, ha detto. “Non facciamo dormire come qualcosa che è, ‘Ah, sai una cosa, ho un sacco di cose da fare, ho dei compiti, ho delle scadenze.’ Non dovremmo scendere a compromessi sul sonno”.

I medici del sonno dicono ai pazienti che la camera da letto dovrebbe essere utilizzata solo per due cose: il sonno e il sesso.

Non portare il cellulare a letto. Devi spegnere l’elettronica, anche la TV, almeno 30 minuti prima di andare a letto, dice Bhat ai suoi pazienti.

In effetti, tieni l’elettronica fuori dalla camera da letto, raccomanda Bhat.

“Come ti aspetti che una persona vada a dormire quando… porti il ​​tuo laptop in camera da letto?” disse Bhat. “E lo spegni e stai cercando di addormentarti e non puoi.

“Il tuo cervello non collega più quell’ora come l’ora di andare a dormire, è l’ora del tuo laptop, è l’ora del tuo telefono, è l’ora dei social media. È il tuo momento di guardare le notizie. È tempo di guardare le azioni. È tempo di guardare cosa sta succedendo in Ucraina È tempo per noi di guardare a quali sono i prezzi del gas.

“Quando guardi tutte quelle cose, indovina cosa succede al tuo cervello? Il tuo cervello viene stimolato. Perde quella voglia di andare a dormire”.

L’accademia di medicina del sonno consiglia questi passaggi per ridurre al minimo l’affaticamento che sentirai dopo il cambio degli orologi:

— Per un paio di notti prima del cambio, sposta l’ora di andare a dormire da 15 a 20 minuti prima ogni notte.

— Inizia a regolare i tempi delle routine quotidiane per iniziare a dare al tuo corpo nuovi “segnali temporali”. Ad esempio, cena un po’ prima ogni sera.

— Il sabato, imposta l’orologio in anticipo di un’ora prima la sera, quindi vai a letto alla tua normale ora di andare a dormire.

— La domenica, trascorri un po’ di tempo all’aperto alla luce del sole del primo mattino, che aiuterà a impostare quell’orologio interno che regola il sonno e la vigilanza.

— Anche la domenica vai a letto presto.

Quindi, ecco come puoi tornare al ritmo del sonno, secondo Bhat, l’Accademia di medicina del sonno e la Mayo Clinic:

— Se ti senti assonnato la domenica dopo il passaggio all’ora legale, fai un breve pisolino di 15-20 minuti nel primo pomeriggio, non troppo vicino all’ora di andare a dormire.

— Assicurati che la tua camera da letto sia buia: le tende oscuranti possono aiutare.

— Rilassati la sera prima di andare a letto.

— Non bere bevande contenenti caffeina come tè e caffè prima di andare a letto.

— Rilascia quei trigger. Per impedire alla tua mente di correre dopo esserti messo a letto, scegli un momento durante la giornata, ad esempio nel tardo pomeriggio, in cui puoi sederti e pensare a quelle cose che potrebbero impedirti di addormentarti. Fallo per quattro o cinque giorni, disse Bhat, il che allenerà il tuo cervello che quando vai a letto ti sei già preso cura di quei pensieri.


©2022 La stella di Kansas City.
Distribuito da Tribune Content Agency, LLC.

Articolo precedenteI profitti della Volkswagen salgono nonostante la vendita di meno auto
Articolo successivoDopo 2 anni di abbandono delle cure mediche, i pazienti stanno allagando le cliniche e molte condizioni ora sono gravi