Home Notizie recenti I mandati delle maschere tornano nei campus universitari degli Stati Uniti con...

I mandati delle maschere tornano nei campus universitari degli Stati Uniti con l’aumento dei casi

127
0

I segni che indicano che le maschere protettive devono essere indossate nelle aule sono esposti fuori dalle aule della Columbia University, giovedì 21 aprile 2022, nel distretto di Manhattan di New York. Credito: AP Photo/John Minchillo

Le ultime settimane dell’anno scolastico universitario sono state nuovamente interrotte dal COVID-19 poiché le università hanno ripristinato i mandati delle maschere, sono passate alle lezioni online e ridimensionato i grandi raduni in risposta all’aumento delle infezioni da coronavirus.

I college di Washington, DC, New York, Pennsylvania, Massachusetts, Connecticut e Texas hanno reimpostato una serie di misure contro i virus, con la Howard University che è passata all’apprendimento a distanza in mezzo a un’impennata di casi nella capitale della nazione.

Questo è il terzo anno accademico consecutivo che è stato ribaltato dal COVID-19, il che significa che i futuri anziani devono ancora vivere un normale anno universitario.

“Sento che l’estate scorsa tutti dicevano, ‘Oh, ecco fatto. Ci stiamo avvicinando alla fine'”, ha ricordato Nina Heller, una studentessa dell’American University di Washington DC, dove gli amministratori hanno riportato un mandato di maschera su un mese dopo averlo sollevato. “E poi non è successo del tutto, e ora siamo di nuovo qui in estate, e non c’è fine”.

I mandati sono stati ampiamente rilasciati sulla scia delle vacanze di primavera, poiché il numero dei casi è diminuito a seguito di un’impennata invernale alimentata dalla variante omicron. Ma diverse città del nord-est hanno visto un aumento dei casi e dei ricoveri nelle ultime settimane, poiché la sottovariante BA.2 della variante omicron continua a diffondersi rapidamente negli Stati Uniti

“Per quanto vorremmo andare avanti e pensare che la pandemia sia finita, e penso che tutti vorremmo che ciò accadesse a questo punto, è un pio desiderio”, ha affermato Anita Barkin, co-presidente di un compito COVID-19 forza per l’American College Health Association. “La pandemia è ancora con noi”.

Il COVID-19 si è allentato così tanto al Williams College che la scuola privata di arti liberali del Massachusetts ha permesso ai professori di decidere se richiedere maschere nelle loro classi all’inizio della scorsa settimana. Ma pochi giorni dopo, con l’aumento dei casi, ha ripristinato un mandato di mascheramento indoor, che era ancora più severo di quello che era stato in vigore prima.

I mandati delle maschere tornano nei campus universitari degli Stati Uniti con l'aumento dei casi

I segni che indicano che le maschere protettive devono essere indossate nelle aule sono esposti fuori dalle aule della Columbia University, giovedì 21 aprile 2022, nel distretto di Manhattan di New York. Credito: AP Photo/John Minchillo

“Penso che gli studenti si sentano davvero come se le persone che sanno stessero cadendo come mosche”, ha detto la giovane Kitt Urdang, che negli ultimi giorni ha avuto una mezza dozzina di amici risultati positivi. “C’è stata sicuramente molta più incertezza di quanta ce ne sia stata nel campus da quando è stato colpito il COVID”.

Filadelfia ha recentemente ripristinato il suo mandato di maschere, portando l’Università della Pennsylvania e la Temple University a richiederle nuovamente a partire da lunedì. Sebbene la città abbia terminato il mandato giovedì, i college non hanno apportato modifiche.

A Washington, DC, il campus principale della Howard University, affettuosamente soprannominato “The Hilltop” da studenti ed ex alunni, questa settimana è stato in gran parte tranquillo, con molti studenti che hanno preso lezioni ed esami da casa. L’anno accademico sta volgendo al termine in sordina, poiché il numero crescente di virus ha spinto gli amministratori a tornare bruscamente all’istruzione online.

Il tasso di infezione da COVID della città è più che raddoppiato ad aprile. Oltre agli americani, anche la Georgetown e la George Washington University hanno ripristinato i loro mandati di maschere per interni. Ma Howard è l’unico che si è allontanato dall’istruzione di persona. Il semestre primaverile termina venerdì, con gli esami finali per la maggior parte degli studenti che iniziano la prossima settimana. Gli amministratori hanno promesso un aggiornamento su cosa significhi per la cerimonia di inizio del 7 maggio.

“Non credo che le persone siano molto scontente di indossare maschere”, ha detto Lia DeGroot, un’anziana di George Washington che non si è mai tolta la maschera durante la sola settimana in cui il mandato è stato revocato nella sua scuola. “Tra tutte le cose che la pandemia ha interrotto, penso che indossare maschere sia, sai, una cosa relativamente piccola da fare. Penso che sia una specie di mentalità che hanno molti studenti”.

Nella vicina Baltimora, nel Maryland, la Johns Hopkins University ha annunciato questo mese che sta testando tutti gli studenti universitari due volte a settimana fino a venerdì, notando un forte aumento dei casi. La scuola ha anche affermato che le maschere sarebbero necessarie non solo nelle aule, ma in luoghi come le aree comuni delle residenze.

A Houston, la Rice University ha annunciato all’inizio di questo mese che gli studenti dovrebbero riprendere a indossare le maschere nelle aule, citando un aumento dei casi nel campus. Anche le grandi feste del college sono state cancellate.

I mandati delle maschere tornano nei campus universitari degli Stati Uniti con l'aumento dei casi

Gli studenti che camminano sul quad indossano maschere protettive mentre i mandati delle maschere in classe rimangono in vigore alla Columbia University, giovedì 21 aprile 2022, nel distretto di Manhattan a New York. Credito: AP Photo/John Minchillo

La New Mexico State University ha preso una strada diversa, annunciando lunedì che tutti gli studenti del campus devono essere completamente vaccinati contro COVID-19 entro il 1 luglio, ponendo fine alla possibilità di presentare test settimanali in alternativa.

Una delle poche contee ancora identificate dal CDC come ad alta diffusione ospita la Syracuse University di New York, che ha annunciato lunedì che avrebbe nuovamente richiesto le mascherine nelle aule.

J. Michael Haynie, vicerettore della scuola per le iniziative strategiche e l’innovazione, ha affermato in una lettera che “è importante intraprendere azioni ragionevoli per ridurre al minimo l’impatto delle infezioni da COVID” con le finali e l’inizio che si avvicinano rapidamente.

L’Università di Rochester nello stato di New York, l’Università del Connecticut, il Bowdoin College di Brunswick, nel Maine e la Columbia University di New York City, hanno adottato un approccio simile. Molti, come la Columbia, hanno notato che i loro programmi di test di sorveglianza stavano trovando più casi.

Mentre molti studenti erano ansiosi di mascherarsi, stavano emergendo brontolii.

“Siamo al punto in cui siamo stanchi delle maschere”, ha detto Neeraj Sudhakar, uno studente laureato alla Columbia che studia ingegneria finanziaria. “Probabilmente abbiamo un tasso di vaccinazione del 99%, quindi a questo punto penso che dobbiamo solo andare avanti con la pandemia e trattarla come endemica piuttosto che tornare a quello che stavamo facendo negli ultimi due anni”.


© 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteSensori di ossigeno spinale—SOS—sensori critici per quando il corpo ha ossigeno basso o nullo
Articolo successivoIl capo della Fed Jerome Powell punta a rialzi dei tassi di interesse di 50 pb