I lavoratori delle case di cura sono invitati a ricevere ripetizioni man mano che i casi aumentano

Marvin Marcus, 79 anni, residente presso la Hebrew Home di Riverdale, riceve una vaccinazione di richiamo COVID-19 a New York, il 27 settembre 2021. I funzionari sanitari federali chiedono alle case di cura di raddoppiare gli sforzi per somministrare le vaccinazioni di richiamo COVID-19 ai residenti e il personale in mezzo a casi in forte aumento tra il personale e tassi di vaccinazione di richiamo in ritardo. Credito: AP Photo/Seth Wenig, File

I funzionari sanitari federali giovedì hanno fatto pressione sui lavoratori delle case di cura per ottenere i loro colpi di richiamo in mezzo a un picco di casi COVID-19 tra il personale e un preoccupante ritardo nella vaccinazione di richiamo per i residenti e il personale.

La variante dell’omicron “è fulminea e non possiamo permetterci un’altra ondata di COVID-19 nelle case di cura”, ha affermato il segretario alla salute e ai servizi umani Xavier Becerra in un appello in streaming al settore. “Lo sai. Lo so. Un numero maggiore di casi di COVID probabilmente avrebbe ancora una volta un impatto devastante sui nostri cari”.

Le case di cura sono un banco di prova per l’affermazione del presidente Joe Biden secondo cui gli Stati Uniti sono molto meglio preparati a gestire un virus in aumento rispetto allo scorso inverno. Sebbene i residenti siano una piccola parte della popolazione, rappresentano una quota sproporzionata di americani morti a causa della pandemia di coronavirus. All’inizio di quest’anno l’avvento dei vaccini ha portato il virus sotto controllo nelle case di cura e ha permesso loro di riaprire ai visitatori. Ma quel ritorno alla normalità potrebbe essere in pericolo poiché omicron spinge i casi di COVID-19 a nuovi massimi.

I casi tra il personale delle case di cura sono saliti a 10.353 nella settimana terminata il 27 dicembre, un aumento di quasi l’80% rispetto alla settimana precedente, secondo i dati dei Centers for Disease Control and Prevention. I decessi del personale sono aumentati a 58, triplicando rispetto alla settimana precedente. Tra i residenti, che sono più vaccinati, i casi sono leggermente aumentati e i dati non hanno mostrato alcun aumento dei decessi.

Con gli esperti medici che consigliano che un colpo di richiamo è fondamentale per difendersi dall’omicron, Becerra ha affermato che solo il 57% dei residenti delle case di cura e il 25% del personale hanno ricevuto dei richiami. Questo è chiaramente alla base di un tasso di aumento di quasi il 66% tra le persone di età pari o superiore a 65 anni e di circa il 45% per la popolazione adulta, secondo le statistiche della Casa Bianca.

“Dobbiamo cambiarlo”, ha detto Becerra.

L’amministrazione sta sollecitando circa 1.400 centri sanitari comunitari finanziati dal governo federale in tutto il paese a collaborare con le case di cura locali in una rinnovata campagna di vaccinazione.

I lavoratori delle case di cura avrebbero dovuto essere completamente vaccinati entro il 4 gennaio in base a un precedente ordine emesso dai Centers for Medicare e Medicaid Services, che richiedeva il personale delle strutture sanitarie che ricevono denaro dal governo per ottenere i loro colpi. Quella direttiva è stata intrappolata in un contenzioso e la Corte Suprema ha fissato una sessione speciale la prossima settimana per ascoltare le argomentazioni al riguardo, insieme al mandato di vaccino dell’amministrazione Biden molto più ampio per i lavoratori di aziende più grandi di ogni tipo. Insieme le commesse interesserebbero circa 100 milioni di dipendenti.

I lavoratori delle case di cura sono invitati a ricevere ripetizioni man mano che i casi aumentano

Il segretario alla salute e ai servizi umani Xavier Becerra arriva a testimoniare davanti a un’audizione del comitato per la salute, l’istruzione, il lavoro e le pensioni del Senato, 30 settembre 2021 al Campidoglio di Washington. I funzionari sanitari federali chiedono alle case di cura di raddoppiare gli sforzi per somministrare colpi di richiamo COVID-19 ai residenti e al personale in mezzo a casi in forte aumento tra il personale e tassi di vaccinazione di richiamo in ritardo. Credito: Shawn Thew/Pool tramite AP, File

“Ancora una volta le case di cura sono davvero il punto zero”, ha affermato il professore di politica sanitaria di Harvard David Grabowski, che ha monitorato l’impatto della pandemia sui residenti e sul personale. “Quanto siamo bravi a combattere questo virus si può spesso discernere semplicemente guardando le case di cura”.

Grabowski ha detto che l’amministrazione Biden ha ragione a lanciare l’allarme ora. “Lo vediamo più e più volte: quando i tassi del personale (infezione) salgono, i tassi dei residenti aumentano”, ha spiegato. Il personale porta inconsapevolmente il virus dalle comunità circostanti, un fattore scatenante comune per le epidemie delle case di cura.

I vaccini hanno permesso alle case di cura di resistere all’ondata della variante delta all’inizio di quest’anno e i colpi di richiamo tempestivi dovrebbero fare molto per bloccare l’omicron. “Più vaccini e booster abbiamo, più vite salveremo nel corso dell’inverno”, ha detto Grabowski.

Ma alcuni stati stanno già riscontrando problemi.

Le epidemie di COVID-19 nelle case di cura del Mississippi sono quasi raddoppiate nell’ultima settimana e i funzionari affermano che ciò indica che lo stato si sta probabilmente dirigendo verso un’altra grande ondata di casi di virus e ricoveri.

Ci sono stati 63 focolai nelle case di cura del Mississippi lunedì, circa il doppio del numero riportato la scorsa settimana, ha scritto l’epidemiologo statale Dr. Paul Byers in una nota infrasettimanale agli ospedali del Mississippi e agli operatori sanitari.

Insieme ad altri dati, ciò indica “una crescita molto rapida dell’infezione e della trasmissione di COVID-19… siamo ora entrati nella nostra quinta ondata di COVID-19 nello stato”, ha scritto Byers.

Uno dei principali gruppi del settore delle case di cura sta sostenendo la spinta dell’amministrazione sui booster.

L’American Health Care Association ha dichiarato in una dichiarazione che chiede ai membri di “raddoppiare i loro sforzi per ottenere il maggior numero di residenti e personale completamente vaccinato e potenziato il prima possibile”.


© 2021 The Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteBambini statunitensi ricoverati in ospedale con COVID in numeri quasi record
Articolo successivoLo studio rileva che la maggior parte degli EUA relativi a COVID-19 non è supportata da prove di alta qualità