I dati del mondo reale confermano che il vaccino pfizer è sicuro per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni

Secondo i ricercatori dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, i nuovi dati statunitensi basati su quasi 9 milioni di dosi del vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 somministrato a bambini di età compresa tra 5 e 11 anni non mostrano grossi problemi di sicurezza.

Il vaccino è stato autorizzato per la prima volta per l’uso in questa fascia di età a ottobre. Ora il nuovo studio mostra che questi “risultati preliminari sulla sicurezza sono simili a quelli descritti negli studi clinici” che hanno portato all’approvazione di emergenza del vaccino, secondo un team guidato da Anne Hause del COVID-19 Response Team del CDC.

Il rapporto si basava sui dati raccolti dal Vaccine Adverse Reporting System (VAERS) dell’agenzia. Si basa sui messaggi sullo smartphone dei genitori e di altri tutori dei bambini per avvisare il CDC di eventuali “eventi” sanitari che si verificano dopo la vaccinazione di un bambino.

Durante un periodo di sei settimane dopo l’approvazione dei colpi (dal 3 novembre al 19 dicembre), il VAERS ha ricevuto 4.249 segnalazioni di eventi avversi dopo la vaccinazione Pfizer nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni.

La stragrande maggioranza – 97,6% – “non era grave”, ha detto il team di Hause, e consisteva in gran parte in reazioni spesso osservate dopo le immunizzazioni di routine, come dolore al braccio nel sito di iniezione o affaticamento transitorio o mal di testa.

I genitori “dovrebbero essere informati che le reazioni locali e sistemiche [like these] sono attesi dopo le vaccinazioni”, hanno affermato gli investigatori del CDC.

Effetti più gravi erano estremamente rari. Su circa 8,7 milioni di vaccinazioni consegnate durante il periodo di studio, il VAERS ha ricevuto 100 segnalazioni di questo tipo. Includevano 29 segnalazioni di febbre, 21 segnalazioni di vomito e 10 segnalazioni gravi di convulsioni, sebbene in alcuni di questi casi di convulsioni fossero potenzialmente coinvolti altri fattori sottostanti, ha affermato il team del CDC.

C’erano solo 15 “rapporti preliminari” della rara condizione cardiaca nota come miocardite, un’infiammazione del cuore che è stata notata anche, in rari casi, tra adolescenti e giovani che hanno ricevuto il vaccino COVID.

Due ragazze di 5 e 6 anni, che avevano ricevuto il vaccino Pfizer, sono morte durante il periodo di studio. Hause e colleghi hanno notato che entrambi i bambini “avevano storie mediche complicate ed erano in salute fragile prima della vaccinazione” e hanno aggiunto che “nessuno dei dati suggeriva un’associazione causale tra morte e vaccinazione”.

Sebbene le morti pediatriche per COVID-19 rimangano rare, centinaia di bambini americani sono morti a causa della malattia dall’inizio della pandemia. Quindi, il team di Hause ha sottolineato che “la vaccinazione è il modo più efficace per prevenire l’infezione da COVID-19” nei bambini.

Il dottor Henry Bernstein è un pediatra presso il Cohen Children’s Medical Center di New Hyde Park, NY Leggendo il nuovo rapporto, ha affermato che il nuovo studio “supporta chiaramente la somministrazione del vaccino ai bambini di età compresa tra 5 e 11 anni.

“Sì, ci può essere locale [for example, redness, soreness or swelling at the site of the shot] e sistemico [fever, tiredness, headache] reazioni dopo che un bambino ha ricevuto il vaccino, specialmente dopo la seconda dose”, ha detto Bernstein. “In effetti, da un terzo a metà dei bambini possono manifestare alcuni di questi effetti collaterali”.

Tuttavia, “i genitori dovrebbero sapere che gli effetti collaterali generalmente non sono gravi e tendono a non durare molto a lungo”, ha detto Bernstein.

Naturalmente, alcuni genitori potrebbero essere preoccupati per il raro rischio di miocardite. Ma “questi dati sono incredibilmente rassicuranti [on] quanto è rara questa condizione nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni, quanto è lieve la miocardite se si verifica e quanto velocemente i bambini tendono a riprendersi”, ha detto Bernstein. “Il vaccino non ha inoltre causato attacchi di cuore o morte. .”

Il suo consiglio? “Per favore, fai vaccinare i tuoi bambini di età compresa tra 5 e 11 anni il prima possibile”, ha detto Bernstein. “Questo è il modo migliore per mantenere loro (e le loro famiglie) al sicuro e in salute durante la pandemia in corso”.

Il nuovo studio è stato pubblicato nel numero del 31 dicembre della rivista CDC Rapporto settimanale su morbilità e mortalità.


2021 Giornata della Salute. Tutti i diritti riservati.

Articolo precedenteIl team di ricerca scopre una nuova strategia vaccinale per prevenire l’infezione nasale da SARS-CoV-2
Articolo successivoLa FDA potrebbe autorizzare i booster Pfizer per i giovani dai 12 ai 15 anni entro lunedì