Home Notizie recenti Gli attacchi di asma possono essere ridotti della metà con strumenti digitali

Gli attacchi di asma possono essere ridotti della metà con strumenti digitali

105
0

Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico

Interventi digitali che aiutano le persone a prendere meglio i loro farmaci per l’asma, come inalatori “intelligenti” o messaggi di testo, possono ridurre della metà il rischio di attacchi di asma, trova una nuova revisione delle prove condotta da UCL, Queen Mary University of London e University of ricercatori di Auckland.

Il nuovo documento di Cochrane Review ha rilevato che gli interventi digitali migliorano l’aderenza ai farmaci del 15% e possono produrre un miglioramento clinicamente significativo nel controllo dell’asma. I ricercatori affermano che i loro risultati supportano la continua ricerca su come migliorare gli interventi digitali in modo che possano essere utilizzati più ampiamente per aiutare le persone a gestire l’asma.

L’autrice principale, la dott.ssa Amy Chan (UCL School of Pharmacy e University of Auckland), ha dichiarato: “Riunendo le prove di numerosi studi in tutto il mondo, abbiamo scoperto che gli strumenti digitali possono aiutare le persone ad assumere i farmaci per l’asma in modo più efficace, cosa che successivamente migliora la loro salute.

“L’asma è la condizione polmonare più comune in tutto il mondo, che colpisce oltre 330 milioni di persone, eppure, nonostante i trattamenti efficaci, molte persone non stanno assumendo i farmaci nel modo più ottimale. Ci auguriamo che gli strumenti digitali possano aiutare a rendere più facile per le persone gestire i propri Salute.”

Per l’articolo, pubblicato dalla Cochrane Library come parte del Database Cochrane delle revisioni sistematiche, i ricercatori hanno esaminato le prove di 40 studi randomizzati controllati in oltre 50 anni di ricerca in quattro continenti, con dati di oltre 15.000 adulti e bambini con asma. I partecipanti allo studio stavano utilizzando strumenti digitali per supportare l’assunzione di farmaci per l’asma di mantenimento per il controllo a lungo termine dei sintomi e la prevenzione degli attacchi.

Gli interventi digitali in esame includevano inalatori intelligenti o monitor elettronici di aderenza, che possono fornire informazioni sull’uso dei farmaci, ad esempio tracciando l’ora e la data di somministrazione o monitorando se una persona sta utilizzando correttamente l’inalatore. Altri strumenti includevano app mobili, promemoria SMS (messaggio di testo) e avvisi informativi o approcci basati sui giochi.

I ricercatori hanno scoperto che gli inalatori intelligenti e i messaggi di testo erano più efficaci degli altri tipi di interventi digitali per migliorare l’assunzione di farmaci, mentre gli interventi che includevano un elemento di persona sembravano anche produrre maggiori benefici per il controllo dell’asma. Tuttavia, i ricercatori avvertono che la forza delle prove è stata limitata dal minor numero di studi che hanno esaminato ogni intervento specifico.

Gli autori della revisione affermano che il miglioramento del 15% nell’aderenza ai farmaci per l’asma che hanno identificato è probabilmente clinicamente significativo, in particolare per le persone con bassi livelli di aderenza al basale.

I ricercatori hanno trovato prove moderate che le persone avevano un controllo dell’asma molto migliore quando utilizzavano i supporti digitali. Hanno scoperto che gli strumenti digitali hanno ridotto di circa la metà il rischio di attacchi di asma, sebbene la qualità delle prove sia stata giudicata bassa e il miglioramento potrebbe variare dal 32% al 91%. C’erano alcune prove che suggerivano che gli interventi digitali potrebbero migliorare la qualità della vita.

La coautrice, la dott.ssa Anna De Simoni (Asthma UK Centre for Applied Research, Barts e The London School of Medicine and Dentistry, Queen Mary University of London) ha dichiarato: “Le prove in questa recensione mi danno, come medico di base, più fiducia nel discutere di app e altri strumenti digitali con i miei pazienti. Con ulteriori ricerche per identificare il modo migliore di utilizzare i supporti digitali, speriamo di continuare ad aiutare le persone con asma a migliorare la propria salute”.

Il co-autore, il professor Chris Griffiths (Asthma UK Center for Applied Research, Barts e The London School of Medicine and Dentistry, Queen Mary University of London) ha dichiarato: “La nostra recensione suggerisce che il lancio di monitor elettronici per l’aderenza, come inalatori intelligenti e testo messaggi, renderanno più facile per le persone con asma assumere i loro farmaci in modo più efficace e godere di una vita più sana”.

La revisione ha anche rilevato che gli strumenti di supporto digitale tendono ad essere altamente accettabili per gli utenti, sebbene siano necessari più dati. Gli studi inclusi non disponevano di dati sufficienti sull’effetto degli strumenti digitali sul tempo libero dalla scuola o dal lavoro o sul rapporto costo-efficacia e i ricercatori avvertono che la loro fiducia nelle prove è stata ridotta dal rischio di pregiudizi e incoerenze tra gli studi.

La dott.ssa Erika Kennington, responsabile della ricerca e dell’innovazione presso Asthma + Lung UK, ha accolto favorevolmente il rapporto, ma ha sottolineato che sono necessarie ulteriori ricerche per capire quali strumenti funzionerebbero per quali pazienti.

Ha detto: “È fantastico vedere le prove che gli interventi digitali migliorano l’aderenza, tuttavia è riduttivo suggerire che uno strumento funzionerà per ogni singola persona con asma o che un tipo di strumento funzionerà meglio per tutti. Inoltre, è importante concentrarsi sulla ricerca di strumenti per coloro che lottano maggiormente con l’asma, ponendo l’accento sui bisogni dei pazienti e non solo sui bisogni dei medici”.


Articolo precedentePerché più persone viaggiano all’estero per interventi di chirurgia estetica e quali sono i rischi?
Articolo successivoLa criptovaluta basata sulla fisica trasmette energia (non solo informazioni) attraverso blockchain