bambini

Credito: Unsplash/CC0 dominio pubblico

L’ondata di omicron che sta mandando alle stelle i casi di COVID-19 negli Stati Uniti sta portando i bambini in ospedale a un numero quasi record e gli esperti lamentano che la maggior parte dei giovani non è vaccinata.

“È così straziante”, ha detto il dottor Paul Offit, esperto di malattie infettive al Children’s Hospital di Philadelphia. “È stato già abbastanza difficile l’anno scorso, ma ora sai di avere un modo per prevenire tutto questo”.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, durante la settimana dal 21 al 27 dicembre, una media di 334 bambini di età pari o inferiore a 17 anni sono stati ricoverati negli ospedali con il coronavirus, con un aumento del 58% rispetto alla settimana precedente.

Il picco precedente nel corso della pandemia era all’inizio di settembre, quando i ricoveri per bambini erano in media di 342 al giorno, ha affermato il CDC.

In una nota più promettente, i bambini continuano a rappresentare una piccola percentuale di coloro che sono ricoverati in ospedale con COVID-19: una media di oltre 9.400 persone di tutte le età sono state ricoverate al giorno durante la stessa settimana di dicembre. E molti medici dicono che i giovani che arrivano ora sembrano meno malati di quelli visti durante l’ondata del delta durante l’estate.

Due mesi dopo l’approvazione delle vaccinazioni per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni, circa il 14% è completamente protetto, come mostrano i dati del CDC. Il tasso è più alto per i giovani dai 12 ai 17 anni, intorno al 53%.

Il problema è il tempismo in molti casi, ha affermato il dottor Albert Ko, professore di epidemiologia e malattie infettive presso la Yale School of Public Health. I bambini più piccoli non sono stati approvati per il vaccino fino a novembre e molti stanno solo ora assumendo la seconda dose, ha detto.

Offit ha affermato che nessuno dei bambini ammissibili al vaccino che ricevevano cure nel suo ospedale circa una settimana fa era stato vaccinato, anche se due terzi avevano condizioni di base che li mettevano a rischio: malattie polmonari croniche o, più comunemente, obesità. Solo uno aveva meno di 5 anni di età vaccinale.

Le scene sono strazianti.

“Fanno fatica a respirare, tossendo, tossendo, tossendo”, ha detto Offit. “Una manciata è stata inviata in terapia intensiva per essere sedata. Abbiamo messo l’attaccamento in gola che è collegato a un ventilatore e i genitori stanno piangendo”.

Nessuno dei genitori o dei fratelli è stato vaccinato, ha detto.

Le prossime quattro o sei settimane saranno dure, ha detto: “Questo è un virus che prospera in inverno”.

Nel complesso, i nuovi casi negli americani di tutte le età sono saliti alle stelle ai livelli più alti mai registrati: una media di 300.000 al giorno, o 2 volte e mezzo la cifra di appena due settimane fa. L’omicron altamente contagioso ha rappresentato il 59% dei nuovi casi la scorsa settimana, secondo il CDC.

Tuttavia, ci sono le prime indicazioni che la variante causi una malattia più lieve rispetto alle versioni precedenti e che la combinazione del vaccino e del richiamo sembra proteggere le persone dai suoi effetti peggiori.

In California, 80 bambini infetti da COVID-19 sono stati ricoverati in ospedale durante la settimana dal 20 al 26 dicembre, rispetto ai 50 nell’ultima settimana di novembre, hanno detto i funzionari sanitari.

Il Seattle Children’s ha anche riportato un aumento del numero di bambini ammessi nell’ultima settimana. E mentre sono meno gravemente malati di quelli ricoverati in ospedale durante l’estate, il dottor John McGuire ha avvertito che è all’inizio dell’ondata di omicroni e l’effetto completo sarà evidente nelle prossime settimane.

Anche le autorità sanitarie di New York hanno lanciato l’allarme.

Il numero di bambini ricoverati settimanalmente in ospedale a New York City con COVID-19 è passato da 22 a 109 tra il 5 dicembre e il 24 dicembre. In tutto lo stato di New York, è passato da 70 a 184. Complessivamente, quasi 5.000 le persone a New York erano in ospedale con COVID-19.

“Un aumento di quattro volte fa sobbalzare tutti di preoccupazione, ma è una piccola percentuale”, ha detto Ko dei dati di New York City. “I bambini hanno un basso rischio di essere ricoverati in ospedale, ma quelli che lo fanno non sono vaccinati”.

Anche il dottor Al Sacchetti, capo dei servizi di emergenza presso il Centro medico Nostra Signora di Lourdes a Camden, nel New Jersey, ha affermato che i bambini vaccinati stanno gestendo molto bene l’epidemia di omicron.

“Fa una grande differenza nel modo in cui questi bambini tollerano la malattia, in particolare se il bambino ha alcuni problemi medici”, ha detto.

I decessi per COVID-19 si sono rivelati rari tra i bambini nel corso della pandemia. Secondo i dati riportati all’American Academy of Pediatrics, la settimana scorsa 721 negli Stati Uniti erano morti a causa della malattia. Il bilancio complessivo delle vittime negli Stati Uniti è di oltre 800.000.

Quasi 199.000 bambini COVID-19 casi sono stati segnalati nella settimana dal 16 al 23 dicembre, ha affermato il gruppo di pediatria. Era circa il 20% degli oltre 950.000 casi totali segnalati quella settimana.

Mentre molti di questi bambini si riprenderanno a casa, potrebbero avere contatti con altri che corrono un rischio molto maggiore, ha affermato il dott. Jason Terk, un pediatra nel nord del Texas. Si è preso cura di un bambino di 10 anni con COVID-19 che ha gestito bene la malattia, ma suo padre si è ammalato ed è morto, ha detto.

“La morte di un genitore è devastante, ma lo stress tossico per un giovane in questa situazione è difficile da misurare”, ha detto.


© 2021 The Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

Articolo precedenteI decessi per cancro sono saliti a 10 milioni in tutto il mondo nel 2019
Articolo successivoI lavoratori delle case di cura sono invitati a ricevere ripetizioni man mano che i casi aumentano