Assunzione totale di alcol non collegata al rischio di aritmia ventricolare

(HealthDay)—Il consumo totale di alcol non è associato a un aumento del rischio di aritmia ventricolare incidente (VA), mentre esiste un’associazione a forma di U per il consumo di alcol con il rischio di morte cardiaca improvvisa (SCD), secondo uno studio pubblicato online 21 dicembre in Ritmo del cuore.

Samuel J. Tu, del Center for Heart Rhythm Disorders presso l’Università di Adelaide in Australia, e colleghi hanno caratterizzato le associazioni del consumo totale e specifico di alcol con VA e SCD incidenti utilizzando i dati della biobanca britannica. Un totale di 408.712 adulti di mezza età è stato studiato durante un follow-up mediano di 11,5 anni. Il consumo di alcol riportato al basale è stato calcolato come bevande standard del Regno Unito/settimana.

I ricercatori hanno identificato 1.733 eventi VA incidenti e 2.044 SCD. Non c’era una chiara associazione per VA incidente con il consumo totale di alcol. Il consumo di maggiori quantità di alcolici era associato ad un aumento del rischio di VA, ma non c’erano altre associazioni significative specifiche per le bevande. È stata osservata un’associazione a forma di U per la SCD con il consumo totale di alcol, con il rischio più basso notato per il consumo di vino rosso e bianco era associato a un rischio ridotto.

“Vale la pena promuovere la consapevolezza e dare ai pazienti la consapevolezza che un consumo più che moderato di alcol probabilmente non proteggerà i loro ventricoli dalle aritmie e può aumentare il rischio di morte improvvisa (indipendentemente dall’esatto meccanismo), un messaggio su cui i singoli pazienti possono agire immediatamente senza intermediari dei loro medici o responsabili delle politiche sanitarie”, scrivono gli autori di un editoriale di accompagnamento.

Diversi autori hanno rivelato legami finanziari con l’industria farmaceutica.


Copyright © 2021 Giornata della Salute. Tutti i diritti riservati.

Articolo precedenteConvenienza, comfort, costi e emissioni di carbonio: qual è il modo migliore per viaggiare, risparmiare denaro e ridurre le emissioni?
Articolo successivoIl tasso di disoccupazione nella Gaza governata da Hamas supera il 50%: funzionario palestinese