Home Economia Yen al minimo di 6 anni in seguito alla decisione decisiva della...

Yen al minimo di 6 anni in seguito alla decisione decisiva della BOJ di ridurre i rendimenti obbligazionari

166
0

Di Sujata Rao

LONDRA (Reuters) – Lo yen giapponese è crollato al minimo di sei anni rispetto al dollaro lunedì, e si è diretto verso la sua più grande perdita mensile dal 2016 dopo che la Banca del Giappone si è mossa per contenere i rendimenti obbligazionari in aumento, anche se i rendimenti dei Treasury USA sono saliti a nuovi livelli massimi pluriennali.

La Banca del Giappone si è impegnata a mantenere la politica accomodante, in contrasto con la maggior parte delle altre principali banche centrali che sono in modalità di rialzo dei tassi, in particolare la Federal Reserve statunitense, che è ampiamente prevista per un aumento dei tassi di interesse di mezzo punto a maggio.

I rendimenti dei Treasury sono aumentati ulteriormente lunedì, con i rendimenti a 10 anni superiori al 2,5% a un massimo di tre anni, portando l’indice del dollaro al massimo di due settimane.

Per impedire che gli aumenti dei rendimenti globali si riversino sui mercati obbligazionari giapponesi, la BOJ si è offerta di acquistare una quantità illimitata di debito con scadenze superiori a cinque anni e fino a 10 anni. Si è impegnato a farlo per tre giorni consecutivi.

Ciò ha portato il dollaro in rialzo dell’1,6% rispetto allo yen a 124 yen entro le 0825 GMT, il massimo dall’agosto 2015. Le perdite di yen finora a marzo superano il 7%.

Vedi anche:  I farmacisti a più alto rischio di suicidio rispetto alla popolazione generale, rileva lo studio

BOJ È ESTERNO

Anche la valuta giapponese ha perso terreno rispetto all’euro, il che è sempre più sostenuto dalle aspettative che la Banca centrale europea si unirà al club degli aumenti dei tassi quest’anno. L’euro ha guadagnato lo 0,8% a 135,6 yen, il massimo degli ultimi quattro anni.

“Lo yen è stato colpito da una moltitudine di fattori. Ancora più importante, praticamente tutte le banche centrali hanno cambiato rotta e parlato in modo più aggressivo, ma non la BOJ”, ha affermato Jan von Gerich, analista capo di Nordea.

“Anche in questo contesto inflazionistico, la BoJ non si è mossa con altre banche centrali e questo ha pesato sullo yen”.

Il dollaro è salito dello 0,4% contro un paniere di valute, con 130 bps di rialzi dei tassi di interesse previsti fino alla riunione di luglio. Mentre i mercati monetari ora vedono la BCE dare il via al rialzo dei tassi a luglio, la sua stretta monetaria ritarderà la Fed, mantenendo l’euro sotto pressione contro il biglietto verde.

La valuta comune è scivolata dello 0,3% a $ 1,095.

Vedi anche:  Migliorare lo shopping virtuale

Le sue fortune di questa settimana potrebbero essere determinate dai dati sull’inflazione delle principali economie europee, con l’inflazione armonizzata dell’IPCA del blocco vista in aumento fino al 6,5% a marzo.

Le valute delle materie prime hanno continuato a beneficiare del sostegno dei prezzi elevati del petrolio e dei metalli. Il dollaro australiano è salito di poco a 0,7527$ per mantenersi vicino al massimo di quattro mesi della scorsa settimana, aiutato anche dall’aumento dei rendimenti obbligazionari: i rendimenti a tre anni sono stati i più alti dal 2014.

Un possibile vento contrario per l’australiano è la situazione COVID-19 in Cina, dopo che Shanghai ha dichiarato domenica che avrebbe bloccato la città per eseguire i test COVID-19.

Il dollaro è salito a un massimo di due settimane di 6,3983 sullo yuan offshore prima di pareggiare i guadagni. =eb>

Nei mercati delle criptovalute, bitcoin ha scambiato circa $ 46.944 dopo aver toccato $ 47.766, il massimo dall’inizio di gennaio.

(Segnalazione di Sujata Rao; segnalazione aggiuntiva di Dhara Ranasinghe a Londra, Alun John a Hong Kong e Kevin Buckland a Tokyo; Montaggio di Gareth Jones)

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteHuawei cinese afferma che le vendite del 2021 sono in calo, i profitti in aumento
Articolo successivoHuawei cinese afferma che le vendite del 2021 sono diminuite; il profitto aumenta del 76% sulle vendite di asset