Home Economia Un atterraggio morbido è uno scenario più probabile per l’economia globale: JPMorgan

Un atterraggio morbido è uno scenario più probabile per l’economia globale: JPMorgan

34
0

Un atterraggio morbido sta diventando lo scenario più probabile per l’economia globale, che continuerà a fornire vento favorevole agli asset rischiosi, secondo gli strateghi di JPMorgan Chase & Co.

Dati recenti che indicano la moderazione dell’inflazione e delle pressioni salariali, il rimbalzo della crescita e la stabilizzazione della fiducia dei consumatori suggeriscono che il mondo eviterà una recessione, ha scritto lunedì un team che include Marko Kolanovic e Nikolaos Panigirtzoglou. I mercati possono beneficiare dello stimolo fiscale in Cina, dei piani di sostegno energetico in Europa e del sentiment molto basso degli investitori, hanno affermato.

“I dati economici e il posizionamento degli investitori sono fattori più importanti per la performance degli asset rischiosi rispetto alla retorica della banca centrale”, hanno scritto gli strateghi. “Manteniamo una posizione pro-rischio”.

Leggi anche: Il capo del FMI afferma che l’India è “un punto luminoso” in un’economia globale incerta

Vedi anche:  Risposta alla pandemia a Mayotte: come adattare gli approcci alle esigenze della comunità locale

grafico

L’indicatore azionario mondiale fa un’altra corsa al trend ribassista di quest’anno

Il sentimento positivo è tornato sui mercati negli ultimi giorni tra le speranze che l’inflazione possa aver raggiunto il picco, almeno negli Stati Uniti. Lunedì, l’indice MSCI AC World ha completato il suo miglior aumento di quattro giorni da maggio, mentre i trader sono pronti per i dati chiave sui prezzi al consumo negli Stati Uniti martedì.

JPMorgan sostiene che un graduale allentamento dell’inflazione dovrebbe essere positivo per i titoli ciclici e le società a bassa capitalizzazione, che preferisce insieme alle azioni cinesi e dei mercati emergenti rispetto ai difensivi “costosi”. Sostiene l’acquisto del calo delle azioni energetiche e mantiene un sovrappeso “aggressivo” nelle materie prime.

“Riteniamo che l’inflazione si risolverà da sola quando le distorsioni svaniranno e che la Fed ha reagito in modo eccessivo con un aumento di 75 punti base”, ha scritto il team. “Probabilmente vedremo un pivot della Fed, che è positivo per gli asset ciclici”.

Vedi anche:  I pericoli economici derivanti dall'invasione russa dell'Ucraina si ripercuotono in tutto il mondo

Gli strateghi sono positivi sul dollaro e si aspettano un appiattimento delle curve dei rendimenti obbligazionari statunitensi ed europei.

JPMorgan non è l’unico a suo avviso.

I dati esistenti suggeriscono un atterraggio morbido è dove è diretta l’economia globale, ha affermato Isaac Poole, chief investment officer di Oreana Financial Services Ltd., in un’intervista. “In questo scenario, pensiamo che gli utili potrebbero essere relativamente buoni il prossimo anno negli Stati Uniti”.

La crescita degli utili “potrebbe sorprendere al rialzo perché è stato creato molto pessimismo”.

Articolo precedenteIl nuovo uso di oppioidi a lungo termine dopo un intervento chirurgico per il cancro del polmone è collegato a un rischio di morte superiore del 40% entro i prossimi 2 anni
Articolo successivoBill Gates: L’innovazione tecnologica aiuterebbe a risolvere la fame