Home Economia Temendo l’ascia nel 2022: i migliori CEO sudano la catena di approvvigionamento...

Temendo l’ascia nel 2022: i migliori CEO sudano la catena di approvvigionamento più del Covid

111
0

Il C-suite è un fascio di nervi questo inverno. Un nuovo sondaggio mostra che il 72% degli amministratori delegati è preoccupato di perdere il lavoro nel 2022 a causa di interruzioni dell’attività, seguendo da vicino il 94% dei capi che afferma che i propri modelli aziendali devono essere rivisti entro tre anni.

“È sorprendentemente alto”, afferma Simon Freakley, CEO della società di consulenza gestionale AlixPartners, la fonte del sondaggio. “Forze dirompenti come la catena di approvvigionamento e il mercato del lavoro si manifestano tutte contemporaneamente”.

I grandi capi sono sempre preoccupati di perdere il lavoro, specialmente nelle aziende pubbliche, dove il potenziale per un improvviso adios arriva con la comoda sedia. Ma la cifra della paura di un imminente licenziamento è aumentata dal 52% nel 2020, che a sua volta è stato un anno di grande ansia. AlixPartners ha preso il polso di 3.000 CEO e dirigenti a livello di amministratore e superiore in 10 settori, la metà con ricavi superiori a 1 miliardo di dollari. Il pool è stato disperso in Nord America, Europa e Asia occidentale e Asia-Pacifico.

Vedi anche:  Hai 'COVID-somnia'? Questi suggerimenti per dormire potrebbero aiutare

Catena di approvvigionamento, mercato del lavoro e digitalizzazione sono in cima alla lista delle preoccupazioni dei dirigenti. Solo il 3% dei dirigenti ha citato il virus come la loro principale preoccupazione.

Freakley ha affermato di avere una teoria su ciò che sta guidando la paura di essere espulsi: i leader sollevati di sopravvivere al 2020 con i loro affari intatti hanno scoperto nel 2021 che, invece di diminuire le pressioni, erano impantanati in una pandemia continua anche se gli azionisti chiedevano crescita.

Finora, l’ansia non si è ancora manifestata nei dati. Secondo il ricercatore Challenger, Gray & Christmas, le partenze dei CEO negli Stati Uniti, indipendentemente dal fatto che siano stati licenziati o appena in pensione o trasferiti a lavori diversi, sono aumentate solo dell’1,1% fino a novembre rispetto allo stesso periodo del 2020.

Fattore paura

  • Il 72% dei CEO teme di perdere il lavoro nel 2022

  • Catena di approvvigionamento, mercato del lavoro e digitalizzazione in cima alla lista delle preoccupazioni

  • Il 94% afferma che i propri modelli aziendali devono essere revisionati entro 3 anni

  • Covid-19 manca dalle prime 10 preoccupazioni per il 2022

In movimento

  • Aumento dell’1,1% delle partenze dei CEO negli Stati Uniti, indipendentemente dal fatto che siano stati licenziati, in pensione o trasferiti a lavori diversi, fino a novembre rispetto allo stesso periodo del 2020

  • Aumento del 17% nelle partenze dei CEO nelle aziende tecnologiche

  • 39 CEO Tech hanno lasciato in ottobre e novembre, per un totale di 162 uscite fino a novembre

Fonte: AlixPartners; Sfidante, Gray

& Natale

Articolo precedenteIl petrolio sale con gli investitori che valutano il rischio della domanda dalla variante Omicron
Articolo successivoLo studio dimostra un nuovo approccio per colpire i tumori dipendenti da potenziatori