Home Economia Stati Uniti e Taiwan inizieranno colloqui commerciali formali nell’ambito di una nuova...

Stati Uniti e Taiwan inizieranno colloqui commerciali formali nell’ambito di una nuova iniziativa: Report

64
0

Gli Stati Uniti e Taiwan hanno concordato di avviare colloqui commerciali nell’ambito di una nuova iniziativa per raggiungere accordi con “risultati economicamente significativi”, con un funzionario di Taiwan che afferma che si discuterà anche della “coercizione economica” della Cina.

Washington e Taipei hanno presentato l’iniziativa USA-Taiwan sul commercio del 21° secolo a giugno, pochi giorni dopo che l’amministrazione Biden ha escluso l’isola rivendicata dalla Cina dal suo piano economico incentrato sull’Asia progettato per contrastare la crescente influenza della Cina.

L’ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti ha affermato che le due parti hanno “raggiunto il consenso sul mandato negoziale” e si prevedeva che il primo round di colloqui si sarebbe svolto all’inizio di questo autunno.

“Abbiamo in programma di perseguire un programma ambizioso per il raggiungimento di impegni di alto livello e risultati significativi che coprano le undici aree commerciali nel mandato negoziale che aiuterà a costruire un’economia del 21° secolo più equa, prospera e resiliente”, ha affermato Sarah Bianchi, vice rappresentante commerciale degli Stati Uniti detto in una dichiarazione.

Vedi anche:  I biomarcatori acquosi possono aiutare a predire la risposta al trattamento nella degenerazione maculare neovascolare correlata all'età

Il principale negoziatore commerciale di Taiwan, John Deng, ha detto ai giornalisti a Taipei che spera che i colloqui possano iniziare il mese prossimo e che questo potrebbe un giorno portare a un accordo di libero scambio che l’isola ha a lungo cercato con gli Stati Uniti.

Il mandato negoziale rilasciato insieme all’annuncio affermava che gli Stati Uniti e Taiwan avevano stabilito un solido programma di colloqui su questioni come l’agevolazione del commercio, le buone pratiche normative e la rimozione delle barriere discriminatorie al commercio.

Ha affermato che l’inizio dei colloqui formali sarebbe finalizzato al raggiungimento di accordi con “impegni di alto livello e risultati economicamente significativi”.

Deng ha affermato che un argomento sarebbe la coercizione economica della Cina, un riferimento all’azione intrapresa da Pechino per bloccare il commercio con i paesi con cui è in conflitto, come quando la Lituania ha permesso a Taiwan di aprire un’ambasciata de facto nella sua capitale.

“I suoi obiettivi di coercizione economica non sono solo gli Stati Uniti o Taiwan, è stato fatto a molti paesi. Il suo danno per l’ordine economico e commerciale globale è grande”, ha detto Deng.

Vedi anche:  Con la diffusione di omicron, l'Europa si affretta a sostenere l'assistenza sanitaria

Nonostante la mancanza di legami diplomatici formali, gli Stati Uniti hanno voluto rafforzare il sostegno a Taiwan, soprattutto perché deve far fronte a una maggiore pressione politica da parte della Cina affinché accettasse le sue pretese di sovranità.

La Cina ha ribadito la sua opposizione alla nuova iniziativa commerciale Taiwan-USA.

Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha detto ai giornalisti a Pechino che la Cina si è opposta a qualsiasi paese che firmi accordi commerciali ufficiali con Taiwan e ha invitato gli Stati Uniti a interrompere il loro impegno con l’isola.

“La Cina adotterà misure risolute per difendere la propria sovranità nazionale e l’integrità territoriale. Consigliamo agli Stati Uniti di smettere di fare valutazioni sbagliate”, ha affermato.

(Segnalazione di Ben Blanchard; Segnalazione aggiuntiva di Eduardo Baptista a Pechino; Montaggio di Stephen Coates, Robert Birsel)

(Questa storia non è stata modificata dal personale di Business Standard ed è generata automaticamente da un feed sindacato.)

Articolo precedenteSingapore farà diventare Oz la capitale milionaria dell’Asia entro il 2030: HSBC
Articolo successivoGli scienziati progettano nuovi inchiostri per la bioelettronica indossabile stampabile in 3D