Home Economia Quasi la metà delle riserve russe è congelata a seguito della guerra...

Quasi la metà delle riserve russe è congelata a seguito della guerra di Mosca in Ucraina

136
0

Il ministro delle finanze russo Anton Siluanov ha affermato che quasi la metà dei circa 640 miliardi di dollari di riserve in oro e valuta estera del paese sono stati congelati sulla scia della guerra in corso di Mosca contro l’Ucraina.

Parlando ai media locali, Siluanov ha affermato che la Russia pagherà i rubli ai suoi detentori di debiti, riferisce l’agenzia di stampa Xinhua.

Ha affermato che l’attuale conflitto in Ucraina non è stato facile per le istituzioni finanziarie russe.

Tuttavia, le riserve di capitale del paese hanno consentito il funzionamento di banche soggette a severe restrizioni.

Le autorità russe controlleranno da vicino l’inflazione e lo stato delle pensioni del paese, ha osservato Siluanov.

“Naturalmente, abbiamo abbastanza soldi per garantire la produzione di beni vitali. La Banca centrale fornirà la liquidità necessaria al sistema finanziario”, ha affermato.

Vedi anche:  Il COVID-19 può innescare anticorpi autoaggressivi, anche in casi lievi o asintomatici

Da quando la Russia ha iniziato la guerra a febbraio, c’è stato un assalto di sanzioni economiche occidentali, incluso il congelamento dei beni, in risposta.

–IANS

ksk/

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteLa guerra in Ucraina segna il declino della globalizzazione; ci mancherà quando non ci sarà più
Articolo successivoForte scarsità di leader razzializzati nella leadership sanitaria del Canada