I prezzi del petrolio sono rimasti stabili mercoledì, con gli operatori di mercato alla ricerca di indicazioni sulla domanda di carburante tra le preoccupazioni relative al COVID-19 dopo che Singapore ha sospeso i viaggi senza quarantena e l’Australia ha rinnovato la sua spinta alla vaccinazione a causa di un aumento dei casi di varianti di Omicron.

I futures del greggio US West Texas Intermediate (WTI) sono aumentati di 12 centesimi, o dello 0,1%, a 71,24 dollari al barile alle 0757 GMT dopo essere balzati del 3,7% martedì.

I future sul greggio Brent sono saliti di 1 cent, o dello 0,01%, a 73,99 dollari al barile dopo aver guadagnato il 3,4% nell’ultima sessione.

“Il pregiudizio è positivo rispetto agli aggiornamenti ottimistici del produttore di vaccini Moderna … tuttavia il rialzo sembra limitato poiché gli investitori sembrano esercitare cautela sulle restrizioni relative a Omicron”, ha affermato Ajay Kedia, direttore di Kedia Commodities a Mumbai.

L’amministratore delegato di Moderna, Stephane Bancel, ha dichiarato martedì che il produttore di vaccini non si aspetta alcun problema nello sviluppo di un’iniezione di richiamo per proteggere dalla variante Omicron e potrebbe iniziare a lavorare in poche settimane.

In un altro indicatore rialzista, i dati del settore hanno mostrato che le scorte di greggio statunitensi la scorsa settimana hanno registrato un calo maggiore del previsto.

I dati dell’American Petroleum Institute hanno mostrato che le scorte di greggio statunitensi sono diminuite di 3,7 milioni di barili nella settimana terminata il 17 dicembre, secondo fonti di mercato, rispetto a un calo di 2,8 milioni di barili previsto da otto analisti intervistati da Reuters.

I dati settimanali della US Energy Information Administration sono previsti per mercoledì.

Tuttavia, i limiti alla mobilità in tutto il mondo hanno nuovamente alimentato i timori di un calo della domanda di carburante.

Germania, Irlanda, Paesi Bassi e Corea del Sud sono tra i paesi che negli ultimi giorni hanno reintrodotto blocchi parziali o totali o altre misure di distanziamento sociale.

Il governo di Singapore ha dichiarato che congelerà tutte le nuove vendite di biglietti per voli e autobus dal 23 dicembre al 20 gennaio nella città-stato, citando i rischi di Omicron.

Dal lato dell’offerta, gli investitori attendono un incontro del gruppo di produttori OPEC+, che comprende l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e alleati, inclusa la Russia, fissato per il 4 gennaio.

Con i crescenti problemi di produzione in Russia e in vari altri nel bacino atlantico, è probabile che i produttori mediorientali possano spingere per una continuazione degli aumenti mensili delle quote, ha affermato la società di consulenza JBC Energy in una nota.

(Segnalazione di Mohi Narayan e Sonali Paul; montaggio di Kenneth Maxwell e Himani Sarkar)

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteQuasi 100 miliardi di dollari rubati in fondi di soccorso per la pandemia di Covid-19: servizi segreti statunitensi
Articolo successivoL’UE propone regole contro le società di comodo per combattere gli abusi fiscali