Home Economia Pimco ha aumentato l’esposizione ai default swap russi in vista dell’invasione

Pimco ha aumentato l’esposizione ai default swap russi in vista dell’invasione

127
0

Il più grande fondo di Pacific Investment Management Co. ha aumentato la sua esposizione ai default swap russi in vista dell’invasione dell’Ucraina da parte del paese, vendendo oltre 100 milioni di dollari di protezione a banche tra cui Barclays Plc e JPMorgan & Chase Co.

Il fondo di reddito di Pimco aveva già quasi $ 1 miliardo di scommesse sulla Russia tramite credit default swap in arrivo nell’anno e ha aggiunto $ 106 milioni netti a quello nel primo trimestre del 2022, secondo i documenti del fondo depositati questo mese presso la Securities and Exchange Commission . La maggior parte dei nuovi swap sono stati venduti a gennaio, con alcuni aggiunti a febbraio prima dell’inizio della guerra, secondo una persona con conoscenza diretta della questione.

L’esposizione lascia Pimco come uno dei maggiori attori nel dramma di questa settimana sulla possibilità di ripagare i credit default swap della Russia, una domanda che è stata una delle principali preoccupazioni di molti investitori del debito dall’invasione dell’Ucraina a febbraio.

Vedi anche:  Salmonella, una delle principali cause di focolai di origine alimentare

Pimco fa parte di un panel di dealer e investitori che si incontrerà martedì per decidere se gli swap debbano essere attivati ​​dall’incapacità della Russia di includere $ 1,9 milioni di interessi extra su un pagamento effettuato all’inizio di questo mese.

La Russia controlla metà di Severodonetsk

Le forze russe controllano metà della città di Severodonetsk, nell’Ucraina orientale, ha detto martedì un ufficiale militare ucraino, mentre l’esercito di Mosca ha continuato a spingere incessantemente più in profondità nella regione del Donbas. “Purtroppo, la linea del fronte divide la città a metà. Ma la città si sta ancora difendendo, la città è ancora ucraina, i nostri soldati la stanno difendendo”, ha detto Oleksandr Stryuk, capo dell’amministrazione militare e civile della città.

Incarcerati due soldati russi

Un tribunale ucraino ha condannato martedì due soldati russi catturati a 11 anni e mezzo di carcere per aver bombardato una città nell’Ucraina orientale, il secondo verdetto per crimini di guerra.

Vedi anche:  NTSB: richiedono che i piccoli aerei abbiano rilevatori di monossido di carbonio

Alexander Bobikin e Alexander Ivanov, che hanno ascoltato il verdetto in piedi in una scatola di vetro rinforzato presso il tribunale distrettuale di Kotelevska nell’Ucraina centrale, si sono entrambi dichiarati colpevoli la scorsa settimana.

Articolo precedentePeekaboo! Ecco un sistema per garantire la privacy della casa intelligente
Articolo successivoPoiché la rete aggiunge energia eolica, i ricercatori devono riprogettare il recupero dai blackout