I dati del governo degli Stati Uniti mostrano che la variante omicron continua a rappresentare una proporzione crescente di nuove infezioni da coronavirus nel paese.

Omicron ha rappresentato il 59% dei nuovi casi negli Stati Uniti nella settimana terminata il 25 dicembre, secondo i dati aggiornati dei Centers for Disease Control and Prevention. È in aumento rispetto al 23% della settimana precedente.

Il CDC aveva affermato la scorsa settimana che l’omicron rappresentava già la maggioranza dei nuovi casi nel paese. Ma l’agenzia ha detto martedì di aver ridotto significativamente quella stima precedente sulla base di ulteriori dati raccolti.

Tuttavia, ha osservato che l’omicron rappresenta una percentuale crescente di casi.

La rapida diffusione arriva dopo che il primo caso confermato di omicron negli Stati Uniti è stato identificato all’inizio di questo mese. Gli studi hanno fornito i primi suggerimenti che è più mite della variante delta.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteI ricercatori sviluppano una cella solare in perovskite autorigenerante
Articolo successivoComunità di pensionati: l’ageism esiste anche tra gli anziani – nuova ricerca