Home Economia L’OMS avverte del “secondo disastro” in Pakistan tra i timori di malattie...

L’OMS avverte del “secondo disastro” in Pakistan tra i timori di malattie trasmesse dall’acqua

29
0

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha espresso gravi timori e serie preoccupazioni per quello che è stato definito un “secondo disastro” nel Pakistan colpito dalle inondazioni, dove vaste aree sono lasciate con acqua stagnante che innescano malattie trasmesse dall’acqua che stanno infettando migliaia di gli sfollati.

Riferendosi alla grave situazione nella provincia del Sindh, dove l’acqua alluvionale continua ancora a scorrere attraverso villaggi, paesi e città, distruggendo tutto ciò che incontra sulla sua strada, l’OMS ha chiesto donazioni per salvare vite umane e prevenire ulteriori sofferenze come potenziale ondata di malattie e morti attendevano il Paese già alle prese con le distruzioni causate dalla calamità.

“Il consumo di acqua contaminata nelle aree colpite dalle inondazioni stava portando a un aumento di malattie tra cui colera, malaria, dengue e diarrea”, ha affermato il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus.

“I centri sanitari sono stati allagati, le loro forniture danneggiate e le persone si sono allontanate da casa, il che rende più difficile per loro accedere ai loro normali servizi sanitari. Tutto ciò significa più nascite non sicure, più diabete o malattie cardiache non curate e più bambini che mancano di vaccinazione , per citare solo alcuni degli impatti sulla salute”, ha aggiunto.

Vedi anche:  Con l'impennata di omicron, arriva la scadenza per l'iscrizione a HealthCare.gov

Ghebreyesus ha evidenziato che gli operatori sanitari in Pakistan stanno già lavorando oltre le loro capacità e sono tesi al limite mentre cercano di fornire assistenza sanitaria fondamentale a milioni di persone colpite dalle inondazioni.

Le catatrofiche inondazioni hanno distrutto oltre 2.000 strutture sanitarie, aggiungendosi alle crescenti sfide per gli operatori sanitari.

“L’OMS creerebbe strutture sanitarie e campi medici a livello nazionale. L’OMS aveva già fornito kit per la purificazione dell’acqua e sali per la reidratazione orale per gestire le malattie diarroiche. Aumenteremo anche la sorveglianza delle malattie nella regione per prevenire le epidemie”, ha affermato Ghebreyesus.

“L’OMS ha immediatamente rilasciato 10 milioni di dollari per il Fondo di emergenza dell’OMS per le emergenze che ci ha permesso di fornire medicinali essenziali e altre forniture al paese”.

Vedi anche:  Un nuovo studio mostra che il farmaco per il diabete aiuta i pazienti a perdere quantità di peso mai viste prima

Con il passare delle ore e dei giorni, il numero degli sfollati continua ad aumentare.

Al momento, almeno 35 milioni di persone sono state colpite dalle inondazioni. Circa 16 milioni di loro sono bambini mentre oltre 1,6 milioni di femmine hanno bisogno immediato di gravidanza e kit e ausili per il sollievo del ciclo mestruale.

Circa 3,4 milioni di bambini hanno urgente bisogno di cure mediche salvavita.

Almeno 1.545 persone sono morte fino ad ora, di cui oltre 500 donne e bambini.

–IANS

hamza/ksk/

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteLa fotocamera e il flash di uno smartphone potrebbero aiutare le persone a misurare i livelli di ossigeno nel sangue a casa
Articolo successivoLe azioni mondiali scivolano mentre gli investitori si preparano a ulteriori aumenti dei tassi da parte della Fed statunitense