Home Economia Lo Sri Lanka estenderà il noleggio di 14 serbatoi di petrolio su...

Lo Sri Lanka estenderà il noleggio di 14 serbatoi di petrolio su 99 all’India per 50 anni

92
0

Lo Sri Lanka ha accettato di firmare un nuovo accordo con l’India per affittare 14 dei 99 serbatoi presso il parco petrolifero strategico dell’era della seconda guerra mondiale per 50 anni nel distretto portuale orientale di Trincomalee, ha affermato venerdì il ministro dell’Energia Udaya Gammanpila. .

Gammanpila ha detto che l’accordo sarà firmato la prossima settimana dopo aver ottenuto l’approvazione dal governo. Il nuovo accordo sarà un’estensione dell’accordo del 2002 con gli operatori locali della Indian Oil Company, LIOC.

Lo Sri Lanka nel 2002 ha stipulato l’accordo originale con l’India sul complesso di stoccaggio del petrolio più strategico dell’isola, utilizzato come base di rifornimento durante la seconda guerra mondiale.

L’India aveva sempre mostrato un interesse strategico per il parco di carri armati di Trincomalee che i governanti britannici avevano costruito per rifornire le navi da guerra e gli aerei alleati.

Il LIOC avrà il controllo di solo 14 dei 99 carri armati per un contratto di locazione di 50 anni, ha detto Gammanpila parlando con i giornalisti qui.

Ha detto che 61 carri armati su un numero totale di 99 carri armati sarebbero stati gestiti sotto la nuova società di joint venture Trinco Petroleum Terminals Ltd. costituita tra l’entità petrolifera statale, Ceylon Petroleum Corporation (CPC) e il LIOC con CPC che detiene la maggioranza 51 per cento di partecipazione.

Vedi anche:  Il Seattle Pride taglia Amazon come sponsor

Gammanpila, che in precedenza aveva affermato che la sua intenzione era quella di riacquisire il controllo completo dei carri armati, ha affermato che il nuovo accordo è stato un trionfo per lo Sri Lanka.

A ottobre, il presidente Gotabaya Rajapaksa ha dichiarato al ministro degli Esteri in visita Harsh Vardhan Shringla che gli investitori indiani sono invitati a investire nella nazione insulare e che lo Sri Lanka desiderava risolvere la situazione relativa ai serbatoi di petrolio di Trincomalee in modo vantaggioso per entrambi i paesi.

L’impianto di stoccaggio del petrolio dell’era della seconda guerra mondiale nel distretto portuale strategicamente vantaggioso di Trincomalee è stato per decenni un importante collegamento di partenariato economico bilaterale.

Dal 2003, il Lanka IOC, la sussidiaria dello Sri Lanka della maggiore compagnia petrolifera indiana Indian Oil Corporation (IOC), ha i diritti di locazione di 99 serbatoi presso l’impianto per un periodo di 35 anni per un pagamento annuo di 100.000 dollari.

Vedi anche:  I ricercatori identificano le barriere di costo all'uso più diffuso della dialisi peritoneale

Shringla aveva anche visitato il sito di stoccaggio del petrolio durante il suo viaggio in Sri Lanka. La visita è stata considerata significativa poiché i sindacati del settore petrolifero nel paese hanno chiesto che i serbatoi siano portati sotto il controllo dell’entità statale del carburante Ceylon Petroleum Corporation (CPC).

La formalizzazione dell’accordo la prossima settimana avverrà sullo sfondo dello Sri Lanka che cerca l’aiuto dell’India per superare i suoi attuali problemi economici esacerbati dalla crisi valutaria in corso nell’economia locale.

I funzionari hanno affermato che la nazione insulare ha chiuso la sua unica raffineria per la sua incapacità di pagare il petrolio greggio e sta negoziando una linea di credito con l’India per l’acquisto di carburante.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteSpirali pandemiche, ma calano i decessi
Articolo successivoAllontanati dalla tavola: perché continui a mangiare quando sei sazio