Home Economia L’inflazione statunitense rimarrà probabilmente alta nei prossimi mesi anche se i prezzi...

L’inflazione statunitense rimarrà probabilmente alta nei prossimi mesi anche se i prezzi del gas scendono

97
0

Gli americani potrebbero finalmente prendere una pausa dall’aumento incessante dei prezzi, anche se solo lieve, anche se si prevede che l’inflazione rimarrà dolorosamente alta per mesi.

Grazie soprattutto al calo dei prezzi del gas, il rapporto sull’inflazione del governo per luglio, che sarà pubblicato mercoledì mattina, dovrebbe mostrare che i prezzi sono aumentati dell’8,7% rispetto all’anno precedente, ancora a un ritmo frizzante, ma un rallentamento rispetto al dato del 9,1% anno su anno nel mese di giugno, che è stato il più alto in quattro decenni.

La previsione degli economisti, se si rivela corretta, farebbe sperare che l’inflazione possa aver raggiunto il picco e che la corsa a prezzi punitivamente più alti stia cominciando a rallentare leggermente. Ci sono stati anche altri segnali di speranza che il ritmo dell’inflazione potrebbe essere in moderazione.

Allo stesso tempo, una serie di altri sviluppi economici minacciano di continuare a intensificare le pressioni inflazionistiche. Il ritmo delle assunzioni è solido e gli stipendi medi sono in forte aumento. E anche se i prezzi del gas scendono, l’inflazione in servizi come assistenza sanitaria, affitti e pasti al ristorante sta accelerando. Le variazioni di prezzo nei servizi tendono ad essere appiccicose e non si attenuano così rapidamente come fanno per gas, cibo o altri beni. Tali tendenze suggeriscono che l’inflazione complessiva potrebbe non diminuire in modo significativo in tempi brevi.

Il presidente Joe Biden ha già indicato il calo dei prezzi del gas come un segno che le sue politiche come il rilascio di petrolio dalla riserva strategica della nazione stanno aiutando a combattere i costi più elevati che hanno martellato i bilanci delle famiglie, in particolare per le famiglie a basso reddito.

Eppure i repubblicani spingeranno l’inflazione elevata in corso come tema principale della campagna elettorale nelle elezioni di questo autunno, con i sondaggi che mostrano che i prezzi elevati hanno abbassato drasticamente gli indici di approvazione di Biden.

Venerdì, la Camera è pronta a dare l’approvazione finale del Congresso a un nuovo pacchetto fiscale e climatico spinto da Biden e dai legislatori democratici. Il disegno di legge, che tra le altre cose mira ad alleggerire i prezzi dei farmaci consentendo al governo di negoziare i costi dei farmaci di Medicare, dovrebbe ridurre il deficit del bilancio federale di 300 miliardi di dollari in un decennio.

Eppure gli economisti affermano che la misura, che i suoi sostenitori hanno intitolato Inflation Reduction Act, avrà solo un effetto minimo sull’inflazione nei prossimi anni, anche se potrebbe rallentare un po’ di più l’aumento dei prezzi nel corso di questo decennio.

Vedi anche:  L'OIM chiede oltre 50 milioni di dollari per l'assistenza a 2,5 milioni di somali mentre la carestia incombe

Gli economisti hanno previsto che il rapporto sull’inflazione di mercoledì mostrerà che i prezzi al consumo sono aumentati dello 0,2% da giugno a luglio, secondo FactSet. Ciò segnerebbe un forte calo dal balzo dell’1,3% da maggio a giugno.

Ma escludendo le categorie volatili di cibo ed energia, la cosiddetta inflazione core probabilmente è rimasta elevata. Gli economisti prevedono che i prezzi core siano aumentati dello 0,5% da luglio, ancora un forte aumento, anche se in calo rispetto al balzo dello 0,7% di giugno. Un tale aumento lascerebbe i prezzi core del 6,1% in più rispetto a un anno fa, rispetto a un aumento del 5,9% anno su anno a giugno.

Se l’inflazione complessiva si è attenuata a luglio, rifletterà in gran parte un calo del 16% dei prezzi alla pompa di benzina dal picco di metà giugno, quando il gas ha raggiunto una media nazionale di $ 5 al gallone. Il prezzo medio è sceso a circa $ 4,20 entro la fine di luglio ed era di soli $ 4,03 entro martedì. Il continuo calo significa che il calo dei prezzi del gas probabilmente farà scendere ulteriormente l’inflazione ad agosto.

Anche altri elementi potrebbero aver contribuito a ridurre i guadagni di prezzo a luglio: i costi alimentari, sebbene probabilmente abbiano continuato a crescere, probabilmente lo hanno fatto a un ritmo più lento rispetto a giugno. Anche i prezzi delle auto usate, dell’abbigliamento e delle auto a noleggio potrebbero essere scesi.

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha affermato che la Fed ha bisogno di vedere una serie di letture mensili di inflazione core in calo prima di prendere in considerazione la possibilità di sospendere i suoi aumenti dei tassi di interesse. Sebbene la Fed segua più da vicino una diversa misura dell’inflazione, monitora anche i dati nel rapporto di mercoledì, noto come indice dei prezzi al consumo.

La Fed ha alzato il suo tasso di riferimento a breve termine nelle ultime quattro riunioni di fissazione dei tassi, incluso un aumento di tre quarti di punto sia a giugno che a luglio, i primi aumenti così grandi dal 1994. Un rapporto di lavoro di successo per luglio che il governo ha pubblicato venerdì con 528.000 posti di lavoro aggiunti, salari in aumento e un tasso di disoccupazione che ha eguagliato il minimo di mezzo secolo del 3,5% hanno consolidato le aspettative che la Fed annuncerà un altro aumento di tre quarti di punto quando si riunirà a settembre.

Vedi anche:  L'aumento dei tassi nascosto della Turchia fa guadagnare tempo a Erdogan ma aumenta i rischi

I mercati finanziari scommettono che la Fed aumenterà i tassi più volte quest’anno, a un intervallo compreso tra il 3,5% e il 3,75%, ma alla fine dovrà tagliare i tassi entro la prossima estate perché i trader si aspettano che i tassi più alti causino una recessione.

Alcune tendenze indicano una riduzione dell’inflazione futura. Gli intoppi della catena di approvvigionamento che hanno prezzi elevati per automobili, mobili, elettrodomestici e altri beni si stanno attenuando.

Il numero di navi in ​​attesa di essere scaricate nel porto di Los Angeles/Long Beach è diminuito per sei mesi consecutivi, secondo Oxford Economics. I costi di spedizione si sono generalmente stabilizzati o diminuiti, anche per i servizi di autotrasporti e ferroviari, ha affermato Oxford, sebbene rimangano elevati.

E un calo delle aspettative degli americani per l’inflazione futura potrebbe anche impedire che i prezzi più elevati si consolidano. Tali aspettative possono autoavverarsi: se le persone credono che l’inflazione rimarrà alta o peggiorerà, è probabile che adottino misure come la richiesta di una retribuzione più elevata che può quindi far salire i prezzi in un ciclo che si autoalimenta. Le aziende spesso aumentano i prezzi per compensare l’aumento del costo del lavoro.

Ma un sondaggio della Federal Reserve Bank di New York, pubblicato lunedì, ha mostrato che gli americani ora si aspettano un’inflazione più bassa nei prossimi anni rispetto a un mese fa. Yung-Yu Ma, chief investment strategist di BMO Wealth Management, ha affermato che le aspettative di inflazione più basse potrebbero consentire alla Fed di reagire in modo meno aggressivo a rapporti, come l’esplosione delle assunzioni del mese scorso, che suggeriscono che l’economia è ancora forte e che l’inflazione potrebbe rimanere alta.

È un segnale modestamente buono, ha detto Ma dei dati sulle aspettative di inflazione. Dà loro un po’ di spazio per non adottare un approccio più aggressivo.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedente“Abbiamo il potere”: il test della tecnologia del ciclo Brayton fornisce elettricità alla rete
Articolo successivoL’inflazione al consumo in Cina a luglio raggiunge il massimo degli ultimi 2 anni con l’aumento dei costi della carne di maiale