La produzione economica mondiale supererà i 100 trilioni di dollari per la prima volta l’anno prossimo e la Cina impiegherà un po’ più di quanto si pensasse in precedenza per superare gli Stati Uniti come economia n. 1, secondo un rapporto di domenica.

La società di consulenza britannica Cebr ha previsto che la Cina diventerà la prima economia mondiale in termini di dollari nel 2030, due anni dopo rispetto alle previsioni del rapporto della World Economic League Table dello scorso anno.

L’India sembra destinata a superare la Francia il prossimo anno e poi la Gran Bretagna nel 2023 per riconquistare il suo posto di sesta economia mondiale, ha affermato Cebr.

“La questione importante per gli anni 2020 è come le economie mondiali affrontano l’inflazione, che ora ha raggiunto il 6,8% negli Stati Uniti”, ha affermato il vicepresidente del Cebr Douglas McWilliams.

“Speriamo che un aggiustamento relativamente modesto del timone metta sotto controllo gli elementi non transitori. In caso contrario, il mondo dovrà prepararsi per una recessione nel 2023 o nel 2024”.

Il rapporto mostra che la Germania era sulla buona strada per superare il Giappone in termini di produzione economica nel 2033. La Russia potrebbe diventare una delle prime 10 economie entro il 2036 e l’Indonesia sembra sulla buona strada per il nono posto nel 2034.

(Segnalazione di Andy Bruce, montaggio di Paul Sandle)

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteLa Francia supera la barriera di 100.000 per le infezioni da COVID di 24 ore
Articolo successivoIl Venezuela supera 1 milione di barili di greggio prodotto al giorno