Home Economia Le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti scendono a...

Le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti scendono a 187.000, il più basso dal 1969

176
0

Le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana sono scese a 187.000, il livello più basso dal settembre 1969, ha riferito il Dipartimento del lavoro.

Nella settimana terminata il 19 marzo, il numero di americani che hanno presentato domanda di sussidio di disoccupazione è diminuito di 28.000 rispetto al livello di 225.000 rivisto al rialzo della settimana precedente, ha affermato l’agenzia di stampa Xinhua ha citato un rapporto pubblicato giovedì sera dal Bureau of Labor Statistics del Dipartimento.

Le aziende stanno lottando per assumere in quanto l’offerta del mercato del lavoro non può soddisfare la domanda.

Secondo gli economisti, una robusta crescita salariale, sebbene una buona notizia per i lavoratori, potrebbe alimentare l’inflazione già elevata, aumentando il rischio di un’inflazione elevata sostenuta.

Vedi anche:  Le varianti genetiche rare non sono i principali fattori che contribuiscono alle malattie comuni

L’ultimo rapporto sulle richieste di sussidio di disoccupazione ha anche mostrato che il numero di persone che continuano a percepire i sussidi di disoccupazione statali regolari, che restano indietro di una settimana rispetto ai numeri principali, è diminuito di 67.000 a 1,35 milioni.

Il numero aveva raggiunto il picco ad aprile e maggio nel 2020, quando aveva superato i 20 milioni.

Il numero totale di persone che hanno richiesto benefici in tutti i programmi – statali e federali combinati – per la settimana terminata il 5 marzo è diminuito di 110.749 a quasi 1,86 milioni.

–IANS

ksk/

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteLa crescita economica globale per il 2022 dovrebbe scendere al 2,6% a causa della guerra in Ucraina
Articolo successivoL’aumento dei prezzi dei generi alimentari può provocare disordini nei paesi poveri: capo dell’OMC