Home Economia Le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti salgono a...

Le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti salgono a 262.000, il più alto da novembre 2021

96
0

Le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana sono salite a 262.000, raggiungendo un nuovo massimo da novembre 2021, ha riferito il Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti.

Nella settimana terminata il 6 agosto, il numero di americani che hanno presentato domanda di sussidio di disoccupazione è aumentato di 14.000 rispetto al livello rivisto al ribasso della settimana precedente di 248.000, secondo un rapporto pubblicato giovedì dal Bureau of Labor Statistics (BLS) del Dipartimento.

La media mobile di quattro settimane per le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione, un metodo per appianare la volatilità dei dati, è aumentata di 4.500 a 252.000, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Xinhua.

Le richieste di sussidio di disoccupazione sono state 166.000 nella settimana terminata il 19 marzo, la più bassa degli ultimi decenni.

Vedi anche:  La regolazione della dieta ha pro e contro per il trattamento dell'eczema, afferma lo studio

Negli ultimi mesi, le cifre hanno registrato una tendenza al rialzo tra l’aumento dell’inflazione e l’aumento dei tassi di interesse.

L’ultima cifra di 262.000 è ben al di sopra della media settimanale del 2019 di 218.000, che è il livello pre-pandemia.

Nella settimana terminata il 14 marzo 2020, le richieste di sussidio di disoccupazione sono state pari a 221.000, ma nella settimana successiva la cifra è salita alle stelle a 2,9 milioni.

L’ultimo rapporto ha anche mostrato che il numero di persone che continuano a percepire i sussidi di disoccupazione statali regolari, che è stato segnalato con un ritardo di una settimana, è aumentato di 8.000 a 1,4 milioni durante la settimana terminata il 30 luglio.

Anche il numero totale di persone che hanno richiesto benefici in tutti i programmi – statali e federali combinati – per la settimana terminata il 23 luglio è aumentato di 9.206 a 1,48 milioni.

Vedi anche:  Gli scienziati svilupperanno nasi elettronici per rintracciare gli odori corporei

Il Dipartimento ha riferito la scorsa settimana che i datori di lavoro hanno aggiunto 528.000 posti di lavoro a luglio nonostante i timori di recessione, con il tasso di disoccupazione che è sceso al livello pre-pandemia del 3,5%, segnalando un mercato del lavoro ancora solido.

–IANS

ksk/

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteSvolta alla ricerca di una cura per l’acufene
Articolo successivoLa cinese Huawei afferma che le vendite sono in calo ma le nuove iniziative in crescita