Home Economia Le azioni mondiali salgono mentre i leader cinesi si impegnano a sostenere...

Le azioni mondiali salgono mentre i leader cinesi si impegnano a sostenere il rallentamento dell’economia

221
0

Le azioni mondiali sono avanzate venerdì dopo che i leader cinesi si sono impegnati a fare di più per sostenere il rallentamento dell’economia mentre il paese resiste ai suoi peggiori focolai di COVID-19 dall’inizio della pandemia.

Il DAX tedesco ha guadagnato l’1% a 14.120,47 mentre il CAC 40 di Parigi ha guadagnato lo 0,9% a 6.567,01. Il FTSE 100 britannico è salito dello 0,5% a 7.547,01. Il futuro dell’S&P 500 era inferiore dello 0,3% mentre il Dow era quasi invariato.

I media statali cinesi hanno riferito che il potente Politburo del Partito Comunista al governo ha concordato in una riunione venerdì di intensificare gli sforzi per stimolare la crescita e allo stesso tempo frenare le epidemie di coronavirus.

Le politiche COVID-zero del partito hanno esercitato pressioni sul presidente Xi Jinping e altri leader per contrastare il colpo all’economia delle chiusure volte a sconfiggere il virus. Tali restrizioni stanno interessando la seconda economia più grande del mondo a causa di interruzioni nelle spedizioni, nella produzione e in altre attività commerciali.

È molto importante svolgere un buon lavoro economico e garantire e migliorare i mezzi di sussistenza delle persone”, ha affermato l’agenzia di stampa ufficiale Xinhua nel riferire l’incontro.

Il rapporto non indicava alcun cambiamento nella strategia dei leader per combattere le epidemie.

Ma ha affermato che la riunione ha concordato l’adeguamento delle politiche per mantenere l’economia, che stava rallentando anche prima delle ultime ondate di infezioni da coronavirus, operando in un intervallo ragionevole e per accelerare l’attuazione di sconti e riduzioni fiscali, garantire forniture energetiche sufficienti e aiutare le industrie, piccole imprese e famiglie gravemente colpite dalla pandemia.

Vedi anche:  Il blocco ha portato a livelli elevati di stress e ansia tra i pazienti trapiantati di pancreas e isole, rileva lo studio

L’indice Shanghai Composite ha guadagnato il 2,4% a 3.047,06, mentre l’indice Hang Seng di Hong Kong è salito del 4,1% a 21.101,27.

Tokyo è stata chiusa per ferie, la prima di molte nella prossima Golden Week del Giappone”.

A Seoul, il Kospi ha guadagnato l’1% a 2.695,05, mentre l’S&P/ASX 200 australiano è avanzato dell’1,1% a 7.435,00.

Il prezzo del greggio di riferimento statunitense ha guadagnato 32 centesimi a $ 105,70 al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Giovedì è balzato da $ 3,34 a 105,36 al barile.

Il greggio Brent, la base per il prezzo del petrolio internazionale, ha guadagnato 73 centesimi a $ 107,99.

Dopo ore di giovedì, i documenti della SEC hanno mostrato che Elon Musk ha venduto 4,4 milioni di azioni Tesla per un valore di circa $ 4 miliardi, molto probabilmente per aiutare a finanziare il suo acquisto di Twitter.

Giovedì le azioni Tesla hanno chiuso leggermente in ribasso a $ 877,51. Sono in calo del 17% finora quest’anno.

Giovedì, i principali indici azionari di Wall Street hanno registrato i loro maggiori guadagni in più di sei settimane, poiché le società tecnologiche hanno recuperato parte del terreno perso di recente.

L’S&P 500 è salito del 2,5% e il Dow Jones Industrial Average dell’1,8%. Il Nasdaq ha guadagnato il 3,1%, mentre il Russell 2000 ha guadagnato l’1,8%.

Questa settimana è stata turbolenta poiché gli investitori hanno esaminato una serie pesante di utili aziendali delle principali società tecnologiche, aziende industriali e rivenditori. Le grandi società tecnologiche e di comunicazione hanno guidato gran parte della volatilità poiché i loro valori azionari costosi hanno più peso.

Vedi anche:  Una pillola non ormonale potrebbe presto ampliare le opzioni contraccettive degli uomini

I problemi della catena di approvvigionamento hanno ostacolato le operazioni commerciali in molti settori durante la ripresa dalla pandemia e la guerra della Russia contro l’Ucraina ha peggiorato gli aumenti dei prezzi dell’energia e delle principali materie prime alimentari.

La Federal Reserve statunitense è destinata ad aumentare in modo aggressivo i tassi mentre intensifica la sua lotta contro l’inflazione. Il presidente della Fed ha indicato che la banca centrale potrebbe aumentare i tassi di interesse a breve termine del doppio dell’importo abituale nelle prossime riunioni, a partire dalla prossima settimana. Ha già aumentato una volta il suo tasso overnight chiave, il primo aumento di questo tipo dal 2018.

Il Dipartimento del Commercio ha riferito giovedì che l’economia statunitense si è ridotta nell’ultimo trimestre per la prima volta da quando la recessione pandemica ha colpito due anni fa. Ma il rapporto ha mostrato che i consumatori e le imprese hanno continuato a spendere, nonostante l’aumento dei prezzi suggerisca che la domanda è resiliente.

Gli investitori riceveranno un altro aggiornamento venerdì sulla spesa, un barometro per l’economia poiché tutto, dal cibo ai vestiti e al gas, diventerà più costoso, quando il Dipartimento del Commercio pubblicherà il suo rapporto sulle entrate e sulle spese personali per marzo.

Nelle transazioni valutarie, il dollaro ha acquistato 130,13 yen giapponesi, in calo da 130,87 yen. L’euro è salito a $ 1,0570 da $ 1,0536.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteI giganti della tecnologia ad alta quota sballottati da tempi turbolenti, mostrano i guadagni
Articolo successivoL’inflazione raggiunge il record del 7,4% in 19 paesi che utilizzano l’euro: Eurostat