Home Economia L’avanzo commerciale cinese ha stabilito un record di 101 miliardi di dollari...

L’avanzo commerciale cinese ha stabilito un record di 101 miliardi di dollari poiché le esportazioni hanno superato le aspettative

58
0

L’avanzo commerciale della Cina è salito a un record poiché le esportazioni sono cresciute più rapidamente del previsto, alleviando alcune preoccupazioni per il calo della domanda globale e fornendo supporto a un’economia che combatte sporadici focolai di Covid e problemi di proprietà.

La bilancia commerciale della nazione è salita a circa $ 101 miliardi a luglio, superando il record precedente stabilito a giugno, secondo i dati del governo pubblicati domenica. Questo è il più alto nei dati compilati dal 1987. Le esportazioni in termini di dollari sono cresciute del 18% rispetto all’anno precedente, battendo le stime degli economisti per un aumento del 14,1%.

“La forte crescita delle esportazioni continua ad aiutare l’economia cinese in un anno difficile poiché la domanda interna rimane debole”, ha affermato Zhang Zhiwei, presidente e capo economista di Pinpoint Asset Management. Una crescita robusta rafforza la fiducia nel tasso di cambio dello yuan, il che aiuta a scoraggiare i deflussi di capitali, ha affermato.

Vedi anche:  Un nuovo studio mostra il potenziale della biobanca britannica di informare la ricerca sulle malattie genetiche

grafico

Le importazioni cinesi sono aumentate del 2,3%, rispetto a un aumento dell’1% a giugno. Ciò era inferiore alla stima mediana di un aumento del 4%, indicando una domanda interna debole. Le spedizioni in entrata di materie prime tra cui soia, gas naturale e rame sono diminuite su base mensile. Le importazioni di greggio sono invece aumentate.

Le esportazioni sono state un fattore importante nella crescita della Cina durante la pandemia. Ma le crescenti incertezze esterne, tra cui un rallentamento dell’economia globale e un’elevata inflazione nei paesi sviluppati, suggeriscono che il loro contributo all’economia quest’anno si indebolirà. Ciò complica il quadro per un paese che è già sottoposto a una tensione tremenda.

L’economia cinese ha continuato a rimbalzare a luglio a causa delle epidemie e delle restrizioni di Covid, poiché le strozzature della produzione e della logistica si sono ulteriormente allentate. Tuttavia, la ripresa è rimasta fragile, appesantita dal rallentamento del settore immobiliare, dalla domanda interna ancora debole e da nuove riacutizzazioni del virus.

Vedi anche:  Un profilo microbico intestinale distinto può identificare il cancro del pancreas, indipendentemente dallo stadio

In una riunione del Politburo del mese scorso, le autorità hanno affermato che il paese dovrebbe lottare per “il miglior risultato” possibile per la crescita economica nel 2022, rilasciando una dichiarazione che non si riferiva esplicitamente all’obiettivo di crescita di “circa il 5,5%”, che gli economisti ritengono sia fuori portata.

La stessa settimana di quell’incontro, i massimi leader cinesi hanno detto ai funzionari del governo che l’obiettivo dovrebbe servire da guida piuttosto che da obiettivo difficile da colpire, secondo persone che hanno familiarità con la questione.

Articolo precedenteL’esposizione al monitoraggio dei voli infastidisce miliardari e cattivi
Articolo successivoIl mercato delle IPO in Cina batte il mondo con un boom record di 58 miliardi di dollari