L’attività nelle fabbriche della Corea del Sud si è espansa al ritmo più veloce in tre mesi a dicembre, ma l’economia ha faticato a prendere slancio poiché l’aumento dei casi globali di coronavirus e il continuo vincolo dell’offerta hanno pesato sulla produzione e sulla domanda estera.

L’indice IHS Markit dei responsabili degli acquisti (PMI) per l’ultimo mese dell’anno è salito a 51,9 da 50,9 di novembre, rimanendo al di sopra della soglia di 50 che indica un’espansione dell’attività per il 15° mese consecutivo.

Il sondaggio di lunedì ha mostrato che la produzione ha continuato a ridursi a causa dei vincoli della catena di approvvigionamento, con le aziende che affrontano carenze di chip semiconduttori e una domanda debole, sebbene il ritmo sia stato il più mite in tre mesi.

I nuovi ordini, che hanno il peso maggiore nel PMI, sono cresciuti a un ritmo più rapido poiché le condizioni della domanda interna sono migliorate, compensando le deboli vendite all’estero.

“I dati del sondaggio hanno mostrato nuovi ordini di esportazione in calo per la prima volta da settembre 2020, che le aziende hanno attribuito all’aumento dei casi di COVID-19 a livello globale, alla congestione nei porti e alla mancanza di container disponibili”, ha affermato Joe Hayes, economista senior di IHS Markit.

I produttori hanno continuato a far fronte a forti pressioni sui costi, in particolare nei prezzi di petrolio, gas naturale, minerali ed elettronica, che li hanno portati a trasferire costi più elevati sui clienti.

Le aziende, tuttavia, sono rimaste ottimiste nel corso del prossimo anno sul fatto che la pressione sulla catena di approvvigionamento si allenterebbe con il miglioramento delle condizioni economiche globali e le speranze per lo sviluppo di nuovi prodotti.

Ciò ha portato a una ripresa delle assunzioni, dopo due mesi consecutivi di licenziamento, con un tasso di crescita che ha accelerato fino al massimo in sei mesi.

Tuttavia, l’economista afferma che la carenza di offerta deve mostrare un miglioramento significativo affinché la produzione possa fare una solida inversione di tendenza.

“Data l’importanza della Corea del Sud nell’industria automobilistica ed elettronica, saranno necessari miglioramenti sostanziali nelle catene di approvvigionamento globali prima di vedere un’accelerazione significativa nella crescita manifatturiera”, ha affermato Hayes.

(Segnalazione di Joori Roh; Montaggio di Sam Holmes)

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Business Standard ed è generata automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteI miliardari stanno abbracciando le criptovalute nel caso in cui il denaro “va all’inferno”
Articolo successivoAl 7,2%, il PIL 2021 di Singapore cresce al ritmo più veloce in oltre un decennio