Home Economia La ripresa del mercato del lavoro globale dalla pandemia di Covid-19 è...

La ripresa del mercato del lavoro globale dalla pandemia di Covid-19 è ora a rischio

54
0

Secondo l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), l’invasione russa dell’Ucraina ha riportato il mercato del lavoro globale nell’incertezza, ponendo potenzialmente fine a un sorprendentemente forte rimbalzo dalla pandemia.

Dal momento peggiore del Covid-19, le 38 economie sviluppate dell’organizzazione hanno creato circa 66 milioni di posti di lavoro, 9 milioni in più rispetto a quelli distrutti all’inizio della pandemia.

Ma ora c’è un’elevata incertezza con investimenti delle imprese e spese delle famiglie più deboli.

“Una crescita globale più bassa significa che è probabile che anche la crescita dell’occupazione rallenti, mentre i forti aumenti dei prezzi dell’energia e delle materie prime stanno generando una crisi del costo della vita”, ha affermato l’OCSE nel suo rapporto annuale sull’occupazione.

grafico

La crescita dei salari reali era già sotto pressione alla fine del 2021 ed è destinata a continuare a diminuire ulteriormente in molti paesi con l’intensificarsi dell’inflazione nel 2022, ha affermato l’OCSE. Ha anche avvertito delle differenze persistenti che significano che alcuni gruppi di lavoratori potrebbero rimanere indietro.

Vedi anche:  I sopravvissuti al COVID-19 sovrastimano il persistente deterioramento del gusto

“Se non ammortizzato, lo shock inflazionistico potrebbe essere particolarmente grave per i più svantaggiati che sono già stati gravemente colpiti dalla crisi del Covid-19”, ha affermato l’OCSE.

“Il forte aumento dei prezzi dell’energia e dei generi alimentari è un costo che rischia di cadere in modo sproporzionato sui più vulnerabili”.

Articolo precedenteMentre il calore continua durante l’autunno, proteggiti dalle UTI
Articolo successivoImparare a rompere l’hashing percettivo profondo