Home Economia La popolazione cinese in diminuzione vedrà una crescita negativa prima del 2025:...

La popolazione cinese in diminuzione vedrà una crescita negativa prima del 2025: rapporto

24
0

La diminuzione della popolazione cinese toccherà una crescita negativa entro il 2025 e potrebbe continuare a ridursi per più di un secolo, ha affermato lunedì un rapporto dei media, in quanto ha evidenziato la necessità di migliorare la qualità complessiva della popolazione e modificare i piani di sviluppo economico per affrontare il problema.

Il tasso di crescita della popolazione totale cinese è rallentato in modo significativo e si prevede che entri in una crescita negativa durante l’attuale periodo del 14° piano quinquennale (2021-25), ha affermato Yang Wenzhuang, capo della popolazione e degli affari familiari presso la Commissione nazionale per la salute. Giovedì la Conferenza annuale della China Population Association.

I demografi cinesi hanno previsto che la crescita negativa della popolazione sarà la tendenza dominante nei prossimi anni e il miglioramento della qualità complessiva della popolazione e il cambiamento dei piani di sviluppo economico sono vitali per affrontare il problema, ha riportato il quotidiano Global Times.

“Questo è un risultato inevitabile di un lungo periodo di basso tasso di fertilità”, ha affermato Huang Wenzheng, esperto di demografia e ricercatore senior presso il Center for China and Globalisation.

“Si può prevedere che il tasso di natalità in Cina continuerà a ridursi per più di un secolo e il tasso di natalità nelle città di primo livello continuerà a diminuire. La politica del terzo figlio potrebbe alleviare alcuni dei problemi, ma è improbabile che si inverta la tendenza a breve termine”, ha detto al Global Times, gestito dallo stato.

I suoi commenti sono arrivati ​​quando i dati sulle nascite per il 2021 rilasciati da 29 province hanno mostrato che il numero di nuove nascite l’anno scorso è stato il più basso da decenni in diverse province e solo sei tra le prime 10 province con il numero di nascite più alto superano i 500.000, afferma il rapporto .

Vedi anche:  Sony e Lego investono 2 miliardi di dollari nello sforzo metaverso di Epic Games

Secondo un recente rapporto delle Nazioni Unite, l’India dovrebbe superare la Cina come paese più popoloso del mondo il prossimo anno.

Il rapporto World Population Prospects 2022, compilato dal Dipartimento per gli affari economici e sociali delle Nazioni Unite, Divisione popolazione, afferma: “Si prevede che l’India supererà la Cina come Paese più popoloso del mondo nel 2023.

La popolazione indiana è di 1.412 miliardi nel 2022, rispetto agli 1.426 miliardi della Cina, afferma il rapporto.

Si prevede che l’India, che supererà la Cina come nazione più popolosa del mondo entro il 2023, avrà una popolazione di 1.668 miliardi di abitanti nel 2050, molto più avanti dei 1.317 miliardi di cinesi entro la metà del secolo.

La Cina ha affrontato una crisi demografica poiché le nascite dei suoi bambini sono diminuite in modo allarmante mentre il numero della popolazione anziana è cresciuto, garantendo al governo di espandere le strutture di assistenza geriatrica.

La Cina ha permesso a tutte le coppie di avere due figli nel 2016, eliminando la draconiana politica del figlio unico che i politici incolpano dell’attuale crisi demografica.

L’anno scorso, la Cina ha approvato una legge rivista sulla popolazione e sulla pianificazione familiare che consente alle coppie cinesi di avere tre figli in un apparente tentativo di affrontare la riluttanza delle coppie ad avere più figli a causa dell’aumento dei costi.

La decisione di consentire il terzo figlio è arrivata dopo che il censimento di una volta ogni dieci anni nel 2020 ha mostrato che la popolazione cinese è cresciuta al ritmo più lento fino a 1.412 miliardi.

Vedi anche:  Lo studio non trova legami tra il calcio giovanile, problemi cerebrali o comportamentali

“Bassi tassi di fertilità significano che ci sono meno potenziali madri e padri. Anche il numero di persone disposte ad avere figli si sta riducendo rapidamente allo stesso tempo. Sommando questi due fattori insieme e ora vediamo la tendenza alla rapida contrazione del tasso di crescita naturale della popolazione “, ha detto Huang.

Lu Jiehua, professore di sociologia all’Università di Pechino, ha dichiarato al quotidiano che, date le attuali tendenze demografiche, la Cina entrerà inevitabilmente in un periodo di crescita demografica negativa per molto tempo, anche se potrebbero verificarsi alcune fluttuazioni durante questo periodo.

Per ridurre il costo del parto, della genitorialità e dell’istruzione, molte città e regioni hanno implementato una serie di misure, inclusa la riduzione dei costi del parto e dell’istruzione, per mirare a una crescita equilibrata della popolazione a lungo termine.

“La disposizione generale dello sviluppo sociale ed economico deve essere adattata per adattarsi al nuovo modello di crescita della popolazione”, ha affermato Lu.

“Per molto tempo in passato, la Cina ha fatto affidamento sul dividendo demografico per guidare lo sviluppo economico. In futuro, il dividendo demografico potrebbe gradualmente diminuire o indebitarsi. In questo caso, dovremmo esplorare i vantaggi in aree oltre il dividendo demografico per migliorare completamente la qualità complessiva della popolazione e creare nuove condizioni per lo sviluppo economico”, ha affermato Lu.

Affrontare le preoccupazioni e le pressioni dei giovani sull’avere e crescere figli, stabilizzare i prezzi delle case e ottimizzare le politiche favorevoli può aiutare ad alleviare la pressione della crescita negativa della popolazione, hanno affermato gli esperti.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteLe varianti SARS-CoV-2 hanno sviluppato resistenza agli interferoni umani
Articolo successivoLo studio collega la resistenza all’insulina e l’invecchiamento cellulare avanzato con la povertà infantile