Home Economia La Fed dovrebbe attenersi a rialzi dei tassi aggressivi poiché l’inflazione rimane...

La Fed dovrebbe attenersi a rialzi dei tassi aggressivi poiché l’inflazione rimane calda

27
0

Si prevede che la Federal Reserve statunitense farà un terzo aumento consecutivo dei tassi di interesse di 75 punti base la prossima settimana, se non di più, dopo che un rapporto del governo ha mostrato che i prezzi al consumo non si sono allentati come previsto ad agosto e che le pressioni sui prezzi sembravano aumentare.

L’indice dei prezzi al consumo è salito dello 0,1% il mese scorso da luglio e ha guadagnato l’8,3% rispetto all’anno precedente, ha riferito martedì il Dipartimento del lavoro.

Gli economisti si aspettavano un piccolo calo mensile a causa del calo dei prezzi dell’energia. Ma il rapporto ha mostrato un’accelerazione dell’inflazione in molti beni e servizi e un aumento particolarmente preoccupante degli affitti, che tende ad essere vischioso da un mese all’altro.

La Fed ha aumentato i costi dei prestiti quest’anno più velocemente che in qualsiasi altro momento dagli anni ’80 per combattere l’inflazione alta da decenni. Un aumento di tre quarti di punto percentuale alla riunione della Fed del 20-21 settembre collocherebbe l’obiettivo politico nella gamma dal 3% al 3,25%, al di sopra del livello che la maggior parte dei responsabili politici ritiene comincerà a mordere l’economia crescita e aumento della disoccupazione.

Vedi anche:  Il nuovo sensore del vento utilizza materiali intelligenti per migliorare le prestazioni dei droni

Dopo il deludente rapporto sull’inflazione di martedì, i trader di futures legati al tasso ufficiale della Fed hanno abbandonato qualsiasi scommessa persistente sul passaggio della banca centrale a un aumento del tasso di mezzo punto la prossima settimana.

I prezzi di mercato ora riflettono le aspettative per un altro aumento del tasso di 75 punti base e una possibilità su cinque di un pieno aumento di un punto percentuale, con il tasso ufficiale della Fed che ha raggiunto il range dal 4% al 4,25% entro la fine dell’anno.

I responsabili politici hanno minimizzato l’importanza di ogni singolo dato e hanno affermato che si aspettano di continuare ad aumentare i tassi fino a quando non si verificherà un calo sostenuto dell’inflazione.

Nel complesso, nonostante l’allentamento dei prezzi in alcuni articoli come i biglietti aerei, le speranze del policymaker della Fed per l’inizio di un ritiro più ampio sono state deluse.

Vedi anche:  La dieta può svolgere un ruolo nello sviluppo delle complicazioni della gravidanza tra le donne ispaniche/latine

I prezzi delle auto nuove e dei mobili per la casa sono aumentati, così come i prezzi dei generi alimentari, e i prezzi principali – escluse le volatilità di cibo ed energia – sono aumentati dello 0,6% ad agosto rispetto a luglio, il doppio di quanto previsto dagli analisti. Ciò ha portato il guadagno annuo dei prezzi core – una misura chiave di quanto potrebbe essere persistente l’inflazione – al 6,3%. L’obiettivo di inflazione della Fed è del 2%.

Il rapporto “è stato peggio del previsto; ha sicuramente aumentato la determinazione della Fed a rimanere aggressiva”, ha scritto l’economista di Piper Sandler Roberto Perli, aggiungendo che la Fed dovrà vedere diversi mesi di allentamento dell’inflazione prima ancora di pensare a una pausa nei tassi escursioni. Per ora, ha detto, “non siamo nemmeno lontanamente vicini”.

(Questa storia non è stata modificata dal personale di Business Standard ed è generata automaticamente da un feed sindacato.)

Articolo precedenteL’economia globale potrebbe evitare la recessione con l’attenuarsi dei rischi di inflazione – JP Morgan
Articolo successivoLa perdita economica di Pak a causa delle massicce inondazioni potrebbe superare i 40 miliardi di dollari: FM