Home Economia La crescita dell’occupazione negli Stati Uniti supera le aspettative; tasso di...

La crescita dell’occupazione negli Stati Uniti supera le aspettative; tasso di disoccupazione stabile al 3,6%

88
0

L’occupazione statunitense è aumentata più del previsto a maggio, mentre il tasso di disoccupazione si è mantenuto stabile al 3,6%, segnali di un mercato del lavoro teso che potrebbe tenere il piede della Federal Reserve sul pedale del freno per raffreddare la domanda.

I libri paga non agricoli sono aumentati di 390.000 posti di lavoro il mese scorso, ha affermato venerdì il Dipartimento del lavoro nel suo rapporto sull’occupazione attentamente monitorato. I dati di aprile sono stati rivisti al rialzo per mostrare che i salari sono aumentati di 436.000 posti di lavoro invece di 428.000 come stimato in precedenza.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un aumento dei salari di 325.000 posti di lavoro il mese scorso. Le stime variavano da un minimo di 250.000 posti di lavoro aggiunti a un massimo di 477.000.

Il rapporto ha anche mostrato solidi guadagni salariali il mese scorso, tratteggiando un quadro di un’economia in continua espansione, anche se a un ritmo moderato. La Fed sta cercando di smorzare la domanda di lavoro per domare l’inflazione, senza far salire troppo il tasso di disoccupazione. La posizione monetaria aggressiva della banca centrale statunitense e il conseguente inasprimento delle condizioni finanziarie hanno lasciato gli investitori timorosi di una recessione il prossimo anno.

Vedi anche:  Perdita prolungata dell'olfatto, del gusto nel 5% dei casi COVID: studio

Gli economisti sono divisi sul fatto che la moderazione nel ritmo di crescita dell’occupazione sia dovuta al raffreddamento della domanda di manodopera o alla carenza di lavoratori. Invitano gli investitori a concentrarsi sul tasso di disoccupazione e sulla crescita salariale per valutare la rigidità del mercato del lavoro.

A fine aprile c’erano 11,4 milioni di posti di lavoro aperti, con quasi due posizioni per ogni disoccupato.

La banca centrale statunitense ha aumentato il tasso di interesse ufficiale di 75 punti base da marzo. Si prevede un aumento del tasso overnight di mezzo punto percentuale in ciascuno dei prossimi incontri di questo mese e di luglio. Giovedì, il vicepresidente della Fed Lael Brainard ha affermato di aver visto pochi motivi per una pausa a settembre.

Sebbene le grida di una recessione siano sempre più forti, la maggior parte degli economisti ritiene che l’espansione economica persisterà fino al prossimo anno. Hanno riconosciuto che l’inflazione elevata stava erodendo il potere d’acquisto dei consumatori e gli investimenti delle imprese, ma hanno affermato che i fondamentali dell’economia erano solidi e che qualsiasi flessione sarebbe probabilmente lieve.

Vedi anche:  Il magnate statunitense apre il primo impianto di jab COVID-19 dall'inizio alla fine dell'Africa

Le prospettive dell’economia sono state anche offuscate dall’indebolimento del contesto globale, in parte a causa della guerra della Russia contro l’Ucraina e della politica cinese zero-COVID.

(Reportage di Lucia Mutikani Montaggio di Chizu Nomiyama)

(Questa storia non è stata modificata dal personale di Business Standard ed è generata automaticamente da un feed sindacato.)

Articolo precedenteUn metodo di rilevamento dei virus accurato e in tempo reale potrebbe aiutare a combattere la prossima pandemia
Articolo successivoCome saggezza, resilienza e maestria lavorano insieme per aumentare il benessere nella vecchiaia