Home Economia La Cina taglia i tassi chiave, intensificando gli sforzi di stimolo per...

La Cina taglia i tassi chiave, intensificando gli sforzi di stimolo per sostenere l’economia

60
0

La Cina ha intensificato i suoi sforzi di allentamento monetario per sostenere un’economia in rallentamento questa settimana abbassando una serie di tassi di riferimento chiave e benchmark di prestito, ei mercati ritengono che Pechino potrebbe allentarsi ulteriormente prima che la crescita tocchi il minimo.

Con la recessione immobiliare che persiste nel 2022 e la variante Omicron in rapida diffusione che smorza l’attività dei consumatori, molti analisti prevedono che saranno necessarie misure più allentanti, nonostante le altre principali economie, inclusi gli Stati Uniti, sembrino destinate a inasprire le loro politiche monetarie quest’anno.

Il tasso primario di prestito a un anno (LPR) è stato abbassato di 10 punti base al 3,70% dal 3,80%. E l’LPR quinquennale è stato ridotto di 5 punti base al 4,60% dal 4,65%, la prima riduzione da aprile 2020.

I tagli LPR erano previsti dopo che i commenti ufficiali avevano chiesto un maggiore allentamento monetario per sostenere l’economia in generale.

Tutti i 43 partecipanti in un rapido sondaggio Reuters hanno previsto un taglio all’LPR di un anno per il secondo mese consecutivo. Tra questi, 40 intervistati prevedono anche una riduzione al tasso LPR a cinque anni.

Vedi anche:  Come l'IA sta plasmando la corsa agli armamenti alla sicurezza informatica

Il taglio all’LPR a 5 anni ha suggerito che “le autorità cinesi sono desiderose di abbassare il costo del credito, quindi la crescita totale del credito dovrebbe rimbalzare dopo il Festival di Primavera per allentare la pressione sulla macroeconomia”, ha affermato Marco Sun, capo analista finanziario presso MUFG.

“La politica monetaria cinese ha ancora margini di allentamento nella prima metà di quest’anno, a seconda dell’effetto di trasmissione della politica e dell’obiettivo di crescita fissato dalla riunione parlamentare annuale di marzo”.

La banca centrale cinese “dovrebbe affrettarsi, rendere le nostre operazioni lungimiranti, anticipare la curva di mercato e rispondere alle preoccupazioni generali del mercato in modo tempestivo”, ha affermato martedì il vice governatore della People’s Bank of China Liu Guoqiang, intensificando aspettative del mercato per maggiori stimoli per aiutare la stabilità economica.

Vedi anche:  Il modello del naso umano rivela i primi passi dell'infezione da SARS-CoV-2 e RSV

Sheana Yue, economista cinese presso Capital Economics, prevede un ulteriore taglio di 20 punti base all’LPR di un anno durante la prima metà di quest’anno.

I commenti di Liu hanno fatto seguito a tagli inaspettati agli oneri finanziari per prestiti a breve e medio termine questa settimana, dopo che i dati economici di dicembre hanno mostrato un ulteriore indebolimento dei consumi e del travagliato settore immobiliare, entrambi i principali motori di crescita.

I tassi di interesse sulle strutture di prestito a medio termine (MLF) servono ora come guida per l’LPR. Gli operatori di mercato ritengono che le modifiche all’LPR dovrebbero imitare gli adeguamenti dei tassi FML.

La maggior parte dei prestiti nuovi ed in essere in Cina si basa sull’LPR di un anno. Il tasso a cinque anni influenza il prezzo dei mutui.

(Questa storia non è stata modificata dal personale di Business Standard ed è generata automaticamente da un feed sindacato.)

Articolo precedenteLe esportazioni giapponesi di dicembre, le importazioni hanno raggiunto livelli record in termini di valore con l’allentamento dell’offerta
Articolo successivoIl tasso di inflazione annuale del Canada sale al 4,8%, il più alto degli ultimi 30 anni