Home Economia La Cina taglia i tassi chiave, intensifica lo stimolo monetario per rilanciare...

La Cina taglia i tassi chiave, intensifica lo stimolo monetario per rilanciare l’economia

50
0

Giovedì la Cina ha abbassato i tassi di riferimento sui prestiti ipotecari mentre le autorità monetarie intensificano gli sforzi per sostenere il rallentamento dell’economia, dopo che i dati all’inizio della settimana hanno indicato un peggioramento delle prospettive per il travagliato settore immobiliare del paese.

Il taglio dei tassi di prestito prime a un anno e cinque anni (LPR) ha fatto seguito ai tagli a sorpresa della banca centrale cinese lunedì ai suoi tassi di prestito a breve e medio termine, ed è arrivato pochi giorni dopo che il vice governatore della banca centrale aveva segnalato ulteriori mosse in avanti .

Con la flessione del settore immobiliare che persiste nel 2022 e la variante Omicron in rapida diffusione che smorza l’attività dei consumatori, molti analisti affermano che queste misure di allentamento saranno necessarie, anche se altre grandi economie, compresi gli Stati Uniti, sembrano destinate a inasprire la politica monetaria quest’anno.

Vedi anche:  La memoria può alterare il modo in cui percepiamo le informazioni visive e uditive che incontriamo

I dati economici di dicembre hanno mostrato un ulteriore indebolimento dei consumi e del settore immobiliare, entrambi i principali motori di crescita. Giovedì, con un fixing mensile, la Cina ha abbassato il suo tasso primario di prestito a un anno (LPR) di 10 punti base al 3,70% dal 3,80%. L’LPR quinquennale è stato ridotto di 5 punti base al 4,60% dal 4,65%, il primo taglio da aprile 2020.

grafico

La banca centrale cinese “dovrebbe affrettarsi, rendere le nostre operazioni lungimiranti, anticipare la curva di mercato e rispondere alle preoccupazioni generali del mercato in modo tempestivo”, ha affermato martedì il vice governatore della People’s Bank of China Liu Guoqiang, intensificando aspettative del mercato per ulteriori stimoli.

Tutti i 43 partecipanti in un rapido sondaggio Reuters avevano previsto un taglio all’LPR di un anno per il secondo mese consecutivo. Tra questi, 40 intervistati prevedono anche una riduzione del tasso quinquennale.

Vedi anche:  La stimolazione del nervo intestino-cervello può influenzare le emozioni

Il taglio al tasso a 5 anni ha suggerito che “le autorità cinesi sono desiderose di abbassare il costo del credito, quindi la crescita totale del credito dovrebbe rimbalzare dopo il Festival di Primavera per allentare la pressione sulla macroeconomia”, ha affermato Marco Sun, capo analista finanziario presso MUFG.

“La politica monetaria cinese ha ancora margini di allentamento nella prima metà di quest’anno, a seconda dell’effetto di trasmissione della politica e dell’obiettivo di crescita fissato dalla riunione parlamentare annuale di marzo”.

(Questa storia non è stata modificata dal personale di Business Standard ed è generata automaticamente da un feed sindacato.)

Articolo precedenteLa società di impianti cerebrali di Elon Musk si sta avvicinando alla sperimentazione umana
Articolo successivoBooster fornisce protezione anticorpale contro la variante Omicron: Lancet