La carenza globale di chip è destinata a congelare parzialmente l’industria cinese dei veicoli elettrici nella prima metà del 2022, poiché ci sarà una carenza di almeno 1 milione di auto elettriche a causa dell’aumento della domanda.

Secondo South China Morning Post, le aziende possono produrre abbastanza semiconduttori, unità di microcontrollori e chip di fascia alta con processori di intelligenza artificiale (AI) per 4 milioni di nuovi veicoli energetici (NEV) in Cina nel 2022.

“La carenza di chip automobilistici che aveva ostacolato la crescita del mercato automobilistico deve ancora attenuarsi”, ha affermato il CPCA in un rapporto di ricerca.

“I modelli più venduti hanno ancora bisogno di chip per rafforzare la loro produzione e far eseguire il loro arretrato di ordini”.

Una ripresa del Covid-19 nel sud-est asiatico quest’estate ha interrotto la produzione in diverse fonderie di chip.

“La Cina sta iniziando a sentire il peso delle interruzioni, in un momento in cui i proprietari di auto sono incoraggiati a abbandonare le loro auto ad alto consumo di benzina per auto elettriche, ibride plug-in e a celle a combustibile per aiutare la nazione a raggiungere la neutralità del carbonio nel 2060. “, ha detto il rapporto.

A novembre, i veicoli Model 3 e Model Y di Tesla realizzati a Shanghai sono stati spediti con porte USB che possono essere utilizzate solo per la ricarica, non per il trasferimento di dati, a causa della carenza di forniture.

A causa della carenza globale di chip, il colosso tecnologico sudcoreano Samsung ritiene che la carenza di chip continuerà fino alla seconda metà del 2022.

La questione è stata discussa da TM Roh, presidente di Samsung Mobile, durante un incontro con dirigenti e dirigenti di oltre 30 dei suoi principali fornitori di componenti per smartphone, riporta TheElec.

Samsung sta adottando più misure per mitigare le carenze. L’azienda spingerà per contratti annuali con fonderie di chip per garantire la capacità di produzione di chip.

Nel frattempo, il CEO di Qualcomm Cristiano Amon ha affermato che la carenza di chip si sta gradualmente attenuando e che la situazione dovrebbe migliorare il prossimo anno.

–IANS

na/svn/ksk/

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteLa Germania chiuderà i reattori nucleari nonostante la crisi energetica
Articolo successivoL’allentamento della domanda di beni rifugio punta l’oro verso la prima caduta in 3 anni