Home Economia La Banca mondiale sborserà 700 milioni di dollari a Lanka, riutilizzando i...

La Banca mondiale sborserà 700 milioni di dollari a Lanka, riutilizzando i prestiti esistenti: rapporto

140
0

La Banca Mondiale ha in programma di erogare 700 milioni di dollari allo Sri Lanka, in preda alla crisi, riutilizzando i prestiti esistenti, una mossa che aiuterà la nazione insulare ad affrontare una crisi economica senza precedenti, tanto necessario respiro fino a un pacchetto di salvataggio con l’FMI è risolto, hanno detto i media lunedì.

Lo Sri Lanka è prossimo alla bancarotta e ha una grave carenza di beni essenziali come cibo, carburante, medicinali e gas da cucina.

Per mesi i cittadini sono stati costretti a fare lunghe file per acquistare le limitate azioni.

Il Country Manager della Banca Mondiale Chiyo Kanda ha incontrato la scorsa settimana il ministro degli Esteri dello Sri Lanka e gli ha assicurato che l’agenzia lavorerà con la Banca asiatica di sviluppo (ADB), la Banca asiatica di investimento per le infrastrutture (AIIB) e l’ufficio delle Nazioni Unite per riproporre i loro progetti già impegnati , riporta il portale di notizie Colombo Gazette.

Il ministro Peiris ha chiesto assistenza alla Banca mondiale fino a quando l’assistenza a lungo termine non si materializzerà attraverso il FMI, altre istituzioni internazionali e paesi donatori, afferma il rapporto, citando una dichiarazione del ministero degli Esteri dello Sri Lanka.

Vedi anche:  Gli ospedali nelle comunità a basso reddito hanno meno probabilità di partecipare a programmi di pagamento in bundle per la chirurgia sostitutiva dell'articolazione

Di conseguenza, Kanda ha assicurato a Peiris che il prestatore globale avrebbe erogato 700 milioni di dollari allo Sri Lanka in questi tempi difficili nei prossimi mesi, afferma il rapporto.

All’inizio di questo mese, il Fondo monetario internazionale (FMI) ha dichiarato di rimanere impegnato ad assistere lo Sri Lanka in linea con le sue politiche, ha riportato la Colombo Gazette.

Sono iniziate le discussioni a livello tecnico con lo Sri Lanka. Continueranno a prepararsi per le discussioni politiche una volta formato un nuovo governo, secondo quanto affermato dal rapporto del FMI.

Durante la nostra missione virtuale dal 9 al 23 maggio, le discussioni a livello tecnico sono appena iniziate e sono proseguite come previsto in modo da essere completamente preparati per le discussioni politiche una volta formato un nuovo governo, ha affermato il FMI in una dichiarazione.

Il FMI ha anche affermato che sta seguendo da vicino gli sviluppi in Sri Lanka ed è preoccupato per l’aumento delle tensioni sociali e della violenza.

Ad aprile, le due parti hanno convocato il loro primo round di colloqui presso la sede del FMI a Washington.

Vedi anche:  Residenti neri in una casa di cura, i minori di 65 anni hanno maggiori probabilità di essere trasferiti in ospedale

Lo Sri Lanka spera in uno strumento di finanziamento rapido (RFI) e in un più ampio Extended Fund Facility (EFF) dall’organismo finanziario internazionale per aiutarlo a far fronte alla sua carenza di valuta estera, che ha innescato una crisi economica.

Nell’ultimo incontro, il FMI ha assicurato di aiutare il Paese con un importo compreso tra 300 milioni di dollari e 600 milioni di dollari.

Il 12 aprile, lo Sri Lanka ha sospeso per la prima volta nella sua storia il servizio del debito.

La nazione insulare sta affrontando la sua peggiore crisi economica dalla sua indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1948.

La crisi economica ha innescato anche disordini politici con una protesta che ha occupato l’ingresso dell’ufficio del presidente chiedendo che le sue dimissioni vadano avanti da oltre 50 giorni.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteMigliaia di persone in quarantena dopo che l’uomo di Pechino ha infranto le regole COVID
Articolo successivoNuovo metodo di stampa per artificiale ‘pelle’ contenente sensori di calore