La Banca Mondiale ha firmato un accordo con il Vietnam per un importo di 221,5 milioni di dollari per finanziare la ripresa del Paese dalla pandemia di coronavirus.

“Il governo del Vietnam e la Banca mondiale hanno firmato un accordo per un finanziamento di 221,5 milioni di dollari per sostenere la ripresa del Vietnam dalla pandemia di COVID-19 attraverso riforme politiche volte a migliorare l’inclusione finanziaria e stimolare una maggiore resilienza ambientale”, si legge nel comunicato della Banca mondiale. Lunedi.

Il prestito sarà fornito sotto forma di sostegno al bilancio per un periodo di 30 anni con un periodo di grazia di cinque anni, afferma il comunicato.

Le riforme legate ai prestiti includeranno l’allentamento dell’onere fiscale esistente sulle entità commerciali, il miglioramento dell’accesso all’assistenza finanziaria per i gruppi vulnerabili e la riduzione del divario di genere sul posto di lavoro, ha aggiunto il comunicato.

La parte ambientale del piano di ripresa si concentrerà sulle politiche commerciali verdi, sull’accelerazione dell’adozione dell’e-government e sull’adozione di energie rinnovabili, secondo il comunicato.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteRimesse globali in ripresa mentre le economie si riprendono dall’impatto del Covid: ADB
Articolo successivoLa crescita delle vendite di e-commerce negli Stati Uniti rallenta nelle festività natalizie del 2021: rapporto