Home Economia Israele limita i pagamenti in contanti per combattere i crimini finanziari, l’evasione...

Israele limita i pagamenti in contanti per combattere i crimini finanziari, l’evasione fiscale

30
0

Una legge israeliana che entrerà in vigore lunedì limita i pagamenti in contanti in una transazione commerciale a 6.000 nuovi shekel ($ 1.785), mentre il paese lavora per combattere la criminalità organizzata, il riciclaggio di denaro e l’evasione fiscale.

La legge, introdotta dall’autorità fiscale israeliana la scorsa settimana, richiede che qualsiasi pagamento a un’azienda superiore a 6.000 shekel debba essere effettuato tramite altri mezzi come il trasferimento digitale o una carta di debito. Gli individui che non sono elencati come imprenditori possono utilizzare fino a 15.000 shekel in contanti quando si tratta di fare trading, ha riferito l’agenzia di stampa Xinhua.

In precedenza, l’importo massimo di contanti che può essere utilizzato in una transazione commerciale era di 11.000 shekel.

Secondo una dichiarazione rilasciata dall’autorità fiscale israeliana, le restrizioni sull’uso del contante non si applicano ai trasferimenti di denaro tra familiari, ad eccezione dei pagamenti di affitto per i quali l’importo massimo è stato ridotto da 50.000 shekel a 15.000 shekel.

Vedi anche:  Il farmaco COVID paxlovid potrebbe anche combattere a lungo il COVID

Gli analisti ritengono che la legge costringerà le persone a pagare con metodi digitali anziché in contanti in modo che le transazioni possano essere facilmente tracciate. Le limitazioni al pagamento in contanti hanno lo scopo di frenare l’evasione fiscale, l’attività del mercato nero e persino le operazioni terroristiche.

Uri Goldman, un esperto di tassazione internazionale, criminalità economica e divieto di riciclaggio di denaro, ha detto ai media israeliani che la legge ha un impatto principalmente su persone come idraulici e tuttofare, così come piccoli proprietari terrieri.

L’abbassamento del tetto del pagamento in contanti “avrebbe un impatto significativo su coloro che vendono prodotti come articoli elettrici e mobili”, ha affermato.

Sono previste pesanti multe per i trasgressori della legge, a partire dal 15% dei pagamenti in contanti inferiori a 25.000 shekel, salendo al 20% per pagamenti da 25.000 a 50.000 shekel e raggiungendo il 30% per pagamenti più grandi, secondo il Autorità fiscale israeliana.

Vedi anche:  Lo studio rivela i messaggi anti-vaping più efficaci per gli adolescenti

I fondi di beneficenza ebraici ultraortodossi che danno e ricevono denaro in contanti sono esenti dalla legge. L’applicazione della legge non è attualmente applicabile ai non israeliani in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza e ai cittadini israeliani che danno o ricevono contanti ao da residenti non israeliani nelle due regioni.

–IANS

int/shs

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteLa ripresa dello yen continua grazie al calo dei rendimenti statunitensi; mercati in bilico su Pelosi
Articolo successivoIl Bangladesh, il secondo esportatore di vestiti al mondo, vede il calo degli ordini mentre il potere vacilla