Un funzionario palestinese ha annunciato che il tasso di disoccupazione nella striscia di Gaza governata da Hamas ha superato il 50% nel 2021 con oltre 2.50.000 palestinesi disoccupati.

Maher al-Taba’a, direttore della Camera di commercio di Gaza, ha dichiarato in una dichiarazione che un precedente rapporto della Banca mondiale mostrava che la striscia di Gaza, una delle aree più densamente popolate del mondo, ha il tasso di disoccupazione più alto del mondo, Lo riferisce l’agenzia di stampa Xinhua.

Il tasso di disoccupazione è salito addirittura al 78 per cento tra i laureati di età compresa tra i 20 ei 29 anni in possesso di un certificato con un diploma intermedio o una laurea, ha aggiunto al-Taba’a.

Nel frattempo, il tasso di povertà nella striscia di Gaza è cresciuto fino al 64 per cento a causa del blocco israeliano e della divisione interna tra Hamas e il partito Fatah del presidente palestinese Mahmoud Abbas, ha affermato.

Il tasso di instabilità alimentare tra le famiglie della Striscia di Gaza ha raggiunto il 69 per cento, secondo il funzionario palestinese.

La striscia di Gaza, che ospita oltre 2 milioni di palestinesi, è sotto il blocco israeliano da quando Hamas ha preso il controllo dell’enclave costiera nel 2007.

–IANS

int/khz/

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteAssunzione totale di alcol non collegata al rischio di aritmia ventricolare
Articolo successivoL’Asia tiene a bada la variante Omicron, ma un’impennata potrebbe essere inevitabile