Venerdì l’autorità di regolamentazione dei titoli cinese ha proposto di inasprire le regole che disciplinano le quotazioni all’estero delle società cinesi, che secondo lui migliorerebbero la supervisione consentendo alle aziende di continuare a farlo.

La China Securities Regulatory Commission (CSRC) ha dichiarato sul suo sito web di aver proposto di stabilire un nuovo quadro per la quotazione all’estero delle società cinesi. Le IPO all’estero hanno fornito una fonte alternativa di capitale per le società cinesi in passato e una quotazione a New York è stata vista come un distintivo d’onore per molti.

Pechino ha esaminato l’aumento della supervisione delle quotazioni estere dall’offerta pubblica iniziale (IPO) di 4,4 miliardi di dollari del gigante dei viaggi Didi Global Inc e le proposte di venerdì non erano così rigorose come alcuni si aspettavano.

Secondo i dati Refinitiv, le aziende cinesi hanno raccolto circa 12,8 miliardi di dollari di quotazioni negli Stati Uniti nel 2021.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Business Standard ed è generata automaticamente da un feed in syndication.)

Articolo precedenteLe compagnie aeree cancellano i voli a causa della carenza di personale COVID
Articolo successivoGiappone e Taiwan si impegnano a rafforzare la cooperazione nel campo della sicurezza economica