Home Economia Il presidente Biden taglia lo status commerciale della Russia, vieta l’alcol, i...

Il presidente Biden taglia lo status commerciale della Russia, vieta l’alcol, i frutti di mare

146
0

Il presidente Joe Biden ha annunciato venerdì che gli Stati Uniti declasseranno drasticamente il loro status commerciale con la Russia come punizione per la loro invasione dell’Ucraina e vieteranno anche le importazioni di frutti di mare, alcol e diamanti russi.

L’ampio spostamento commerciale, che revoca lo status di nazione più favorita alla Russia, è stato affrontato in coordinamento con l’Unione Europea e i paesi del Gruppo dei Sette.

“Il mondo libero si sta unendo per affrontare Putin”, ha detto Biden dalla Roosevelt Room della Casa Bianca.

La rimozione dello status di nazione più favorita dalla Russia consentirebbe agli Stati Uniti e agli alleati di imporre tariffe più elevate su alcune importazioni russe, aumentando l’isolamento dell’economia russa.

I cambiamenti di Biden sullo status commerciale della Russia arrivano quando la pressione bipartisan sta crescendo a Washington per revocare quelle che sono formalmente conosciute come normali relazioni commerciali permanenti con la Russia. Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha esortato gli Stati Uniti e gli alleati a intraprendere un’azione contro la Russia in un commento al Congresso durante il fine settimana. Segue giorni dopo che Biden ha deciso di vietare le importazioni di prodotti petroliferi e di gas russi.

Le mosse di questa settimana sono le ultime per le sanzioni che hanno paralizzato l’economia russa e un segno che gli Stati Uniti ei loro alleati continueranno a usare il loro carico finanziario per vendicarsi contro il presidente russo Vladimir Putin. Le altre misure includono il congelamento dei beni della banca centrale, limiti alle esportazioni e sanzioni contro gli oligarchi russi e le loro famiglie. Questi strumenti finanziari hanno portato il rublo russo a perdere il 76% del suo valore rispetto al dollaro USA nell’ultimo mese, causando un’inflazione distruttiva che potrebbe erodere la capacità di Putin di condurre una guerra prolungata in Ucraina.

Vedi anche:  Sensori ispirati alla retina per una percezione visiva più adattiva

Biden, dopo i tentativi del Congresso inizialmente lenti di intraprendere un’azione commerciale contro la Russia, ha abbracciato gli sforzi dei legislatori per fare proprio questo venerdì.

Le precedenti sanzioni sulle importazioni di petrolio, gas e carbone russi hanno tagliato circa il 60% delle importazioni statunitensi dal paese.

Lo status di nazione più favorita è stato una linea di base per il commercio globale, garantendo che i paesi all’interno dell’Organizzazione mondiale del commercio siano trattati in modo simile. Alcuni paesi dell’OMC hanno privilegi speciali a causa del loro status di economie in via di sviluppo. La Russia si unirebbe ai ranghi di Cuba e della Corea del Nord non avendo lo status di MFN dagli Stati Uniti

La revoca ha un peso prevalentemente simbolico. Poiché le importazioni russe negli Stati Uniti sono principalmente risorse naturali, generalmente dovrebbero far fronte a un aumento minimo o nullo delle loro tariffe a causa della perdita dello status, ha affermato in un post online Ed Gresser del Progressive Policy Institute di Washington.

Vedi anche:  La Camera degli Stati Uniti approva $ 40 miliardi di aiuti all'Ucraina, rafforzando la richiesta di Biden

Invece dell’attuale tariffa tariffaria, gli acquirenti di merci russe pagherebbero le tariffe stabilite dallo Smoot-Hawley Tariff Act del 1930, che interruppe il commercio durante la Grande Depressione. Questo sarebbe ancora zero per uranio, rodio, palladio, lingotti d’argento e granchi reali. Ma la tassa all’importazione aumenterebbe vertiginosamente per alluminio greggio, compensato, acciaio semilavorato e diamanti, tra gli altri prodotti.

Lunedì, i Democratici del potente comitato House Ways & Means hanno pubblicato, poi rimosso, un annuncio su un disegno di legge bipartisan per vietare le importazioni di petrolio russo e imporre ulteriori sanzioni commerciali al paese, secondo un assistente, a causa del respingimento della Casa Bianca contro agendo prima che Biden si fosse coordinato con gli alleati e avesse preso una decisione su entrambe le questioni. La Camera ha votato mercoledì su un disegno di legge più restrittivo per vietare le importazioni di energia russe dopo che Biden ha istituito il divieto per ordine esecutivo.

Il Canada è stato il primo grande alleato degli Stati Uniti a rimuovere lo status di nazione più favorita per la Russia la scorsa settimana.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dal personale di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed distribuito.)

Articolo precedenteRendere le corse condivise più sostenibili: introduzione dello stop pooling dinamico
Articolo successivoHa hackerato le società statunitensi per far fronte a nuovi requisiti di rendicontazione