Il petrolio è aumentato poiché gli investitori hanno valutato la rapida diffusione di Omicron e le cancellazioni dei voli rispetto ai segnali che potrebbe essere più mite rispetto alle varianti precedenti. I futures sul Brent sono aumentati dello 0,7 per cento, oscillando tra guadagni e perdite in mezzo a volumi di scambio ridotti. Il West Texas Intermediate, che non ha avuto un accordo venerdì a causa di una vacanza negli Stati Uniti, è sceso dal livello di giovedì. Le infezioni giornaliere da Omicron negli Stati Uniti hanno superato quelle dell’onda delta.

Tuttavia, la struttura del mercato del Brent inizia a mostrare segnali di ottimismo. Il timespread tempestivo – il divario tra i due contratti più vicini – è tornato a un modello rialzista negli ultimi giorni dopo essere passato brevemente in una struttura ribassista a contango. Lo spread è stato di 37 centesimi in backwardation lunedì, rispetto ai 10 centesimi in contango circa una settimana fa.

Il rally del greggio dalle profondità della pandemia ha incontrato notevoli venti contrari con la diffusione di Omicron. Allo stesso tempo, l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio e i suoi alleati stanno aumentando le forniture e gli Stati Uniti hanno guidato un rilascio coordinato di petrolio dalle riserve strategiche nazionali.

Articolo precedentePandemia di Covid-19: Fauci promette più test mentre la variante di Omicron devasta gli Stati Uniti
Articolo successivoTemendo l’ascia nel 2022: i migliori CEO sudano la catena di approvvigionamento più del Covid